Michael Schumacher

Sono ormai passati tre anni dal terribile incidente sugli sci di cui è stato vittima Michael Schumacher, ma gli appassionati di Formula Uno continuano ad averlo nel cuore. Sono in tanti a sperare di poterlo rivedere un giorno con lo spirito combattivo che aveva in pista.

Michael Schumacher: tre anni fa l’incidente sugli sci

Il 29 dicembre 2013 è una data impressa nella mente per gli appassionati di Formula Uno, anche se per un ricordo non certamente positivo. In quel giorno, infatti, sulla pista di Meribel, Michael Schumacher è rimasto vittima di un terribile incidente sugli sci.

Dopo un lungo ricovero l’ex pilota è tornato a casa dove è assistito costantemente, oltre che da personale specializzato, dagli affetti più cari. Il riserbo, per volontà della moglie Corinna, è massimo. Gli ultimi aggiornamenti risalgono a settembre scorso quando a parlare è stato l’avvocato Felix Damn: “Michael non può camminare”, queste le uniche parole. Il tedesco non può però nemmeno alzarsi in piedi.

La riabilitazione, presso la villa di Gland, sul lago di Ginevra, è lunga e delicata. Sembra però difficile al momento pensare di rivederlo con la grinta che non gli è mai mancata.

Michael Schumacher: l’affetto delle persone più care

Nonostante la situazione difficile, Schumacher può contare su numerose persone che non lo lasciano solo.

Recentemente, infatti, famiglia e staff hanno lanciato l’iniziativa “Continua  a lottare”. A spiegare meglio in cosa consiste è la portavoce Sabine Kehm: The Keep Fight” mira a unire le persone che si ispirano alla carriera e al carattere di Michael. Lo scopo è di incoraggiarli a continuare a combattere e non mollare mai. Si spera inoltre di diffondere l’energia positiva che i sostenitoridi Michael hanno espresso a lui e alla famiglia in tanti anni. Si cerca quindi di incanalare questa energia positiva come una forza per il bene”.

Non è però finita qui. La manager del tedesco ha recentemente aperto anche un nuovo account Twitter con il nome “Michael Schumacher”. In poche ore gli utenti sono cresciuti a un ritmo elevatissimo. L’ex pilota ha anche un profilo Facebook (quasi 1,5 milioni di follower) e Istagram (circa 133 mila. Gli account puntano però soprattutto a ricordare i tanti successi ottenuti in carriera.