Merano WineFestival 2019
Merano WineFestival 2019

Presentato all’Acquario Romano il programma della 28^ edizione di Merano WineFestival 2019. E’ l’evento più glamour nel panorama wine&food. Dall’8 al 12 novembre presenta le eccellenze selezionate da Helmuth Köcher, WineHunter e patron della manifestazione, sempre alla continua ricerca delle migliori etichette nel mondo del vino e dei prodotti culinari di qualità. Tra le novità di quest’anno il convegno sull’innovazione, in collaborazione con la piattaforma H-Farm, e una tavola rotonda sul modello Giappone nel mondo “rosa” del vino dove imprenditrici, export manager, giornaliste, wine blogger, enologhe e professioniste del vino si confronteranno per analizzare l’esempio asiatico di questo settore sempre più al femminile.

Il Merano WineFestival 2019

Nello scenario del maestoso edificio storico dell’Acquario Romano, Helmuth Köcher ha spiegato come si svolgerà questa inedita edizione ricca di novità. Assieme a lui, moderati dal caposervizio del TG2 Umberto Gambino, Luigi Cremona partner per Xenia-Emergente Sala, il giornalista Dante Del Vecchio per i vini di eccellenza e i prodotti agroalimentari della Campania, e Stefano Pesce di les Collectionneurs partner della manifestazione e presente all’anteprima di Roma, fino a domani, con gli show-cooking dei suoi chef Andrea Besana, Alberto Sparacino, Antonio Ziantoni e Iside de Cesare.

Il programma

Il programma del Merano WineFestival si snoderà in cinque giornate di emozioni, contenuti, scambio di opinioni e nuove idee. Sarà all’insegna di quanto di meglio il nostro paese ha da offrire in ambino enogastronomico. Come ogni anno il patron Helmuth Köcher ha ricercato, scoperto e selezionato, in collaborazione con le proprie commissioni di assaggio, storie di eccellenza che si sono concretizzate in vini e prodotti gastronomici unici. Merano WineFestival diventa quindi il momento di condivisione di queste storie. Il risultato di un connubio che spesso unisce passato e futuro.

Leonardo Da Vinci

In questo contesto si inserisce anche il tributo che il WineHunter ha pensato per celebrare il genio di Leonardo Da Vinci, di cui quest’anno ricorrono i cinquecento anni dalla scomparsa. Una figura, quella di Leonardo, che ben incarna il motto del WineHunter “Excellence is an attitude”. Già nel 1500, da assoluto precursore, si è dedicato a temi come l’enologia e la ricerca dell’eccellenza nell’ambito vinicolo, sua personale passione. A lui, il patron dedica uno spazio speciale all’interno della location cuore della manifestazione, la Kursaal del Kurhaus.