Mazda

Mazda crede in un futuro a emissioni zero entro il 2050. Si è posta infatti come obbiettivo di avere fino a un quarto della sua produzione, totalmente elettrica, entro il 2030.
Tra i suoi piani vi è infatti quello di integrare la sua flotta, nei prossimi 4 anni, con cinque modelli ibridi, cinque modelli ibridi plug-in e tre modelli elettrici.
Inoltre Mazda sta sviluppando la SKYACTIV EV Scalable Architecture, una piattaforma dedicata per i veicoli elettrici.

Non solo attenzione per l’ambiente, ma anche alla sicurezza per Mazda

Tra i diversi obbiettivi della società, vi è una particolare attenzione alla sicurezza delle proprie vetture.
Ha annunciato l’introduzione di un sistema di guida autonoma “Mazda Co-Pilot Concept”, il quale debutterà come Mazda Co-Pilot 1.0 sulla gamma di maggiori dimensioni a partire dal 2022.
Con questa tecnologia si prevede, col tempo, di introdurre un sistema capace di monitorare in ogni monento le condizioni fisiche del conducente passando, in caso di emergenza, alla guida autonoma, e portando l’auto in un luogo sicuro. Particolre attenzione verrà posta anche ai dispositivi di comunicazione e connessione di bordo.

La casa Giapponese diventa il primo costruttore in Europa a far parte della eFuel Alliance

Sono diversi i progetti e le partnership attraverso cui Mazda sta promuovendo lo sviluppo dei combustibili rinnovabili sulle autovetture. In Giappone il marchio è coinvolto in diverse ricerche e studi con lo scopo di promuovere l’adozione di biocarburanti ricavati dalla crescita di microalghe.
Nel Febbraio 2021 Mazda è stato inoltre il primo costruttore in Europa ad entrare a far parte della eFuel Alliance.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *