Marocco
Marocco

Le pareti decorate in stucco scolpito e tessere di mosaico zellige, le colonne in marmo a sostenere archi e cornici in legno finemente intagliati e un pavimento che, da solo, vale la visita. King Holidays ha scelto la splendida madrasa Al Attarine di Fes per introdurre la programmazione dedicata al Marocco, sulla copertina della nuova edizione del monografico già in tutte le agenzie di viaggi e sfogliabile anche online sul sito.

Il calendario del Marocco

Realizzato con il contributo dell’Ente Nazionale per il Turismo del Marocco e sostenuto da una campagna pubblicitaria in co-marketing, il catalogo è valido fino a ottobre 2020. Si riconferma un vero e proprio punto di riferimento sulla destinazione, per quantità e varietà delle proposte disponibili.

Dichiarazioni

“Il nostro asset competitivo – dichiara Barbara Cipolloni, product manager King Holidays – sono le King Experience. Itinerari, escursioni e proposte dinamiche ed interattive, nate dalle emozioni vissute in prima persona dai programmatori. Hanno provato direttamente tutti i viaggi e hanno lavorato insieme ai corrispondenti locali per migliorarli e affinarli in funzione delle aspettative della nostra clientela”. La grande attenzione al cliente passa anche dal valore aggiunto dell’assistenza e dall’offerta di una serie di piccoli cadeaux pensati per “fare la differenza”. Come l’ingresso gratuito ai Giardini Majorelle e al Museo Berbero di Marrakech oppure una seduta di hammam tradizionale a Casablanca.

Le novità

Una delle novità principali del catalogo è “Marocco Esclusivo“. E’ un tour di gruppo di 8 giorni con almeno due partenze garantite ogni mese. E’ confezionato ad hoc per i clienti King Holidays. Dopo la visita di Casablanca e delle città imperiali di Rabat, Meknes e Fes, l’itinerario devia verso sud e attraversa il Medio Atlante, fino a raggiungere il deserto del Sahara. Qui si prova l’emozione di trascorrere una notte in un campo tendato, sotto il cielo stellato dell’Erg Chebbi. Con la possibilità, per chi lo desidera, di svegliarsi all’alba per godere dello spettacolo dell’alba tra le dune. In programma anche un pranzo in un ristorante all’imbocco delle vertiginose Gole del Todra (canyon con pareti a strapiombo alte fino a 300 metri) e una visita alla suggestiva Kasbah di Ait Ben Haddou. Gran finale a Marrakech. Si partecipa ad una cena tipica allestita in un antico palazzo della medina.

Colori e sapori

Novità in chiave esperienziale anche per “Marocco: Colori e Sapori”. E’ un tour di 8 giorni disponibile su base individuale con trasferimenti privati. L’itinerario si concentra sulla regione di Marrakech, regalando diverse attività fuori dal comune. Il secondo giorno, ad esempio, si soggiorna in un campo tendato nel deserto roccioso dell’Agafay, con pranzo a base di tajine e couscous, e cena a lume di candela in cima ad una duna di sabbia sullo sfondo dei monti dell’Atlante. Dopo un rilassante massaggio all’aria aperta nel deserto, l’itinerario prosegue alla volta di Essaouira. Qui, oltre alla medina e al vecchio porto, si visitano i bastioni con le variopinte botteghe artigianali che lavorano il legno e si partecipa ad un corso di cucina, cimentandosi nella preparazione di un pasto tipico marocchino. Tra le altre esperienze particolari, un originale giro in calesse per le vie di Marrakech e una sosta nei Giardini Majorelle, autentica oasi di pace, ricca di edifici in stile Art Deco. Il viaggio prosegue con una visita al nuovissimo museo dedicato a Yves Saint Laurent, dalle linee cubiste. Custodisce una collezione di abiti che hanno fatto la storia. Termina con una rilassante seduta di hammam con massaggio, seguito da una tazza di tè alla menta, da sorseggiare su una bella terrazza panoramica affacciata su piazza Djema El Fna. Itinerario ideale per romantici viaggi di nozze.

Best of Morocco

Ultima, ma non meno importante novità del catalogo è “Best of Morocco”. E’ il tour di gruppo più completo in assoluto, con 21 partenze nel corso dell’anno. L’itinerario, di 10 giorni, abbina il classico tour delle città imperiali con un’estensione a sud, fino a Merzouga e Ouarzazate. E con un’inedita parentesi dedicata al nord che comprende Tangeri, le cascate di Ouzad e Chefchaouen. E’ “la Perla Blu del Marocco” con le sue viuzze suggestive e le case con le porte e le finestre decorate in azzurro.