Da oggi, giovedì 19 dicembre, è online il video del singolo “STELLA DEL POP”. E’ il nuovo singolo del cantautore milanese MARCO DI NOIA. E’ estratto dal suo ultimo ep interamente dedicato alla vita e alle opere di Leonardo da Vinci “LEONARDO DA VINCI IN POP”. Il video è visibile al seguente link: https://youtu.be/XZxSGtQVD38. Il brano è attualmente in rotazione radiofonica e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download: www.marcodinoia.it/streaming-digital-store/n oppure distrokid.com/hyperfollow/marcodinoia/leonardo-da-vinci-in-pop.

Marco Di Noia, il video

Il video di “STELLA DEL POP”, con la regia di ALE BALDI, rappresenta Leonardo da Vinci (interpretato dal liutaio MICHELE SANGINETO) che nel Rinascimento sogna di trovarsi ai giorni nostri, dove ha modo di vedere quanto la sua arte sia diventata popolare nei secoli. La narrazione onirica porta il genio italiano a vedere con i suoi occhi alcuni riferimenti alla sua arte sparsi per la città di Milano, come il “Cavallo di Leonardo” (opera realizzata da Nina Akamu e collocata all’interno dell’Ippodromo Snai San Siro) e i celebri murales a lui dedicati che circondano l’impianto sportivo milanese. L’itinerario continua verso la Cascina Torrette e la sala concerti del centro di produzione artistica Mare Culturale Urbano, per poi concludersi lì dove è cominciato il sogno, e cioè nella Liuteria di Michele Sangineto. Al suo interno è stato ricostruito lo studio di Leonardo, dove compaiono anche strumenti da lui ideati nel 1500, come la piva a vento continuo, la viola organista, l’organo di carta (strumenti che suonano anche nell’ep “LEONARDO DA VINCI IN POP”) e persino la lira a teschio di cavallo che è stata realizzata da Sangineto per il celebre film “Io, Leonardo” con Luca Argentero.

Dichiarazioni

«Leonardo ai nostri giorni è veramente una stella del pop – spiega Marco di Noia – . Tanto che sono riuscito a ritrovare e inserire nel video tutti i gadget delle sue opere che ho elencato nel testo del brano. Ale Baldi ha fatto un lavoro di regia superbo. Michele Sangineto si è rivelato Leonardo reincarnato. Inoltre la possibilità di riprendere innanzi a un simbolo milanese come il Cavallo di Leonardo ha impreziosito ulteriormente due giorni di riprese divertenti e appaganti».