Lucio Dalla, foto http://www.siciliainformazioni.com/wp-content/uploads/2014/12/lucio_dalla.jpg

Tre anni fa, l’1 marzo 2012, moriva Lucio Dalla, indimenticabile cantautore della musica leggera italiana capace di creare un solco indelebile nella storia della stessa, a causa di un attacco cardiaco in un albergo di Montreux, dove si era esibito la sera prima. Nato il 4 marzo del 1943, in quel giorno verrà trasmesso, in 150 cinema d’Italia, il film Senza Lucio, presentato in anteprima mondiale al Torino Film Festival 2014.

Una pellicola durante la quale vengono raccolte testimonianze di persone vicine negli ultimi dieci anni di vita, che sarà presentata il 4 marzo alle ore 20.30 a Sala Bio di Milano, introdotta dal regista Mario Sesti e dal produttore Massimiliano De Carolis.

E nei giorni 2, 3 e 4 marzo decine di nomi tra i più importanti della musica italiana si sono dati appuntamento “a casa” di Lucio Dalla in via D’Azeglio a Bologna. Canteranno, suoneranno e chiacchiereranno con il pubblico dentro l’abitazione, le cui mansarde sono rimaste senza un acquirente dopo l’asta andata a vuoto. Tra coloro che hanno aderito all’iniziativa, Ron, Renzo Arbore, Samuele Bersani, Ornella Vanoni, Gianni Morandi, Gigi D’Alessio, Caterina Caselli, gli Stadio e molti altri. 622 biglietti, venduti in nemmeno tre ore.

Di Luca Talotta

Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *