lucio dalla
Foto: Wikipedia

Lucio Dalla è certamente uno degli artisti che ha segnato in modo indissolubile la storia della canzone italiana. Proprio oggi avrebbe compiuto 75 anni.

Lucio Dalla: un compleanno scolpito nella storia

Ricordare la data di nascita di Lucio Dalla è piuttosto semplice: 4 marzo 1943 è infatti non solo il giorno del suo compleanno, ma anche il titolo di una delle sue canzoni più celebri. Nonostante l’artista ci abbia lasciato ormai da sei anni (l’anniversario è stato celebrato pochi giorni fa, il 1° marzo), sono tanti anche i giovanissimi che apprezzano la sua poetica delicata e a tratti romantica.

Quasi come uno scherzo del destino, anche il suo ultimo saluto viene celebrato proprio nel giorno che gli ha dato la vita.

Lucio Dalla: le sue canzoni più belle

Sono tanti i brani di Lucio Dalla che molti di noi amano canticchiare ancora nonostante il passare degli anni. Nonostante la scomparsa prematura, l’artista bolognese può vantare più di 50 anni di carriera in cui ha saputo catturare il cuore di diverse generazioni.

Non sono mancati i duetti con colleghi importanti quali Francesco De Gregori e Gianna Nannini, ma senza dimenticare cantanti che sono stati soprattutto amici quali Ron, Gianni Morandi, Zucchero, Renato Zero e Fiorella Mannoia. Un’ulteriore conferma del segno indelebile lasciato da Dalla è la collaborazione avviata negli ultimi anni di vita con Pierdavide Carone, uno dei cantautori usciti dal talent show “Amici”.

Lucio ha saputo cantare i sentimenti con grande sensibilità grazie alla sua voce sottile ma mai banale. Tra i brani più amati ci sono “Attenti al lupo”, “Anna e Marco”, “Canzone”, “Tu non mi basti mai”, “Ma come fanno i marinai” (interpretata insieme a Francesco De Gregori”, fino agli indimenticabili “Caro amico ti scrivo” e “Caruso”.

Lucio Dalla: un vero talent scout

Tra i motivi per cui ancora oggi ricordiamo Dalla non c’è solo il suo talento da interprete, ma anche la sua capacità di scovare giovani talenti. Grazie alla sua etichetta discografica è infatti riuscito a far muovere i primi passi ad artisti del calibro degli Stadio, Ron, Luca Carboni e Samuele Bersani.

Non ha mancato di dare un importante contributo anche al mondo del cinema. E’ stato lui infatti a realizzare le colonne sonore di film diretti da Mario Monicelli, Michelangelo Antonioni, Carlo Verdone, Giacomo Campiotti e Michele Placido.

La sua passione per l’arte si è inoltre espressa con l’apertura della galleria No Code, situata in via dei Coltelli a Bologna.