Marco Di Noia - foto Ace of Lovers

È online il videoclip del singolo “PARIGI 1911, il nuovo singolo del cantautore milanese Marco Di Noia. Il brano fa parte di “Leonardo Da Vinci In Pop, EP interamente dedicato alla vita e alle opere di Leonardo da Vinci. Nel quale per la prima volta strumenti musicali da lui ideati cinquecento anni fa suonano con quelli moderni. Nel videoclip, interamente ideato e realizzato “home made” dal cantautore durante il lockdown, sono state inserite diverse citazioni e suggestioni artistiche e cinematografiche tra cui le ballerine di Degas, i quadri e le immagini animate di Harry Potter, documenti storici dell’epoca e naturalmente le opere di Leonardo da Vinci. Oltre ai musicisti Adriano Sangineto, Richard Arduini, Stefano Cucchi, compaiono tra gli altri anche il co-produttore e autore del mastering Alberto Cutolo (Massive Arts Studios), il liutaio Michele Sangineto, la musicista Caterina Sangineto, e la figlia del cantautore Diana di Noia. Di seguito, l’intervista al cantautore milanese.

Leonardo da Vinci In Pop, il furto della Gioconda fonte ispiratrice

“L’ultima volta che mi sono recato al Louvre sono rimasto impressionato da quanto il reparto italiano fosse affollato di turisti rispetto alle altre aree – spiega il cantautore milanese Marco di Noia – E mi è venuto in mente Vincenzo Peruggia” Vincenzo Peruggia è il decoratore italiano che il 21 agosto 1911 decise di sottrarre il celebre ritratto dal Salon Carré del museo francese, per riportarlo in Italia e rivenderlo alla Galleria degli Uffizi. “Era erroneamente convinto che la Gioconda facesse parte delle razzie napoleoniche. In un certo senso, seppur con un atto illecito, Vincenzo Peruggia diede voce alle sempiterne velleità patriottiche di molti italiani, che sognano di riportare nel Bel Paese il nostro vasto patrimonio artistico sparso per il mondo. Al suo gesto si ispira il testo di Parigi 1911

Leonardo da Vinci, stella del pop

Da quell’ispirazione e dalla conoscenza della famiglia Sangineto che costruisce strumenti medievali è nata l’idea di Leonardo da Vinci In Pop. Per me, milanese nato di fronte a Santa Maria delle Grazie, Leonardo da Vinci è una icona. Tutto a Milano parla di Leonardo da Vinci ma il genio toscano è anche il massimo rappresentante degli italiani nel mondo. Ed è nato il brano La stella del pop

Gli strumenti di Leonardo e gli strumenti di oggi suonano insieme

Ne ho voluto approfondire il lato umano per mostrare vari aspetti della sua vita, ai tempi non sempre riconoscente – sostiene il cantautore milanese – Per farlo ho dato una lettura in musica delle sue opere, ormai diventate oggetto di merchandising a livello mondiale. Creare un ponte tra i suoi tempi e i giorni nostri e far suonare per la prima volta gli strumenti di oggi con quelli di Leonardo è stato veramente emozionante

Parti orchestrali, remix sperimentale e un enigma da risolvere

Di lui ho voluto parlare in chiave didascalica, dei suoi scritti e dei suoi aforismi. E sono ricorso a cantare alcuni versi al contrario, ispirato dal fatto che Leonardo Da Vinci scrivesse al contrario. All’interno dell’EP la parte orchestrale ricorda Sgt. Pepper’s Lonely Heart dei Beatles, sperimentali nella musica come sperimentale fu Leonardo nel campo del sapere e della scienza. Sperimentazione che ripropongo nel brano L’Uomo Vitruviano. E il brano La Battaglia di Marciano in Val di Chiana, dedicato ad un affresco di Giorgio Vasari, nasconde un enigma. Spetta all’ascoltatore risolverlo

L’elogio dell’errore, la sperimentazione serve a migliorare

In tutto questo il messaggio di Leonardo da Vinci In Pop è l’elogio dell’errore, quando sbagliare vuole dire sperimentare – conclude Marco Di Noia – Leonardo sbagliava tanto, lo stesso Cenacolo è il risultato di una tecnica non convenzionale e quindi ritenuta sbagliata per i tempi. Ma era anche il modo per aprire una strada nuova e progredire

Il video è visibile al seguente link: https://youtu.be/vkUA4GrLjw8. “Leonardo Da Vinci In Pop” è disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download: distrokid.com/hyperfollow/marcodinoia/leonardo-da-vinci-in-pop