Lara Croft

Festeggia oggi il suo primo mezzo secolo di vita Lara Croft, eroina protagonista del videogioco “Tomb Raider”, lanciato sul mercato a metà degli anni ’90 dalla Eidos. Il riscontro è stato più che positivo: il game è infatti apprezzato da utenti di tutte le età.

Lara Croft: carattere e forza da fare invidia

Milioni di appassionati di videogiochi si sono appassionati nel corso degli anni a Lara Croft, protagonista di “Tomb Raider”. Il personaggio si distingue oltre che per la sua avvenenza anche per la capacità di effettuare acrobazie e imprese tipiche di un esploratore temerario. Una sorta di Indiana Jones in gonnella.

Il gioco, composto da ambientazioni 3D animate in tempo reale, consiste nel ritrovare un prezioso artefatto scomparso in seguito a un’esplosione nucleare a Los Alamos, nel nuovo Messico. Per ottenere tale scopo, la nostra eroina deve esplorare molti ambienti, affrontando diversi nemici e pericoli di varia natura.

Il successo del game ha spinto i pubblicitari e puntare su Lara in numerose campagne pubblicitarie. Non sono mancate nemmeno le modelle che ne hanno preso le sembianze incarnando il coraggio che tutte le donne vorrebbero possedere.

Lara Croft: la sua carta di identità

A differenza di altri personaggi protagonisti di game o di film, Lara Croft vanta una vera e propria scheda biografica. Una caratteristica che la rende simile a una donna in carne e ossa.

La Croft risulta infatti nata il 14 febbraio 1967 nel Timmonshire, in Inghilterra. Anche a livello culturale vanta un curriculum da fare invidia: è infatti diplomata in lingue e ha nobili natali. Grazie a questo sin da giovanissima ha la possibilità di frequentare l’alta società londinese.

E’ figlia di Lady Angeline Croft e Lord Croft. Proprio il papà ha avuto un’importanza fondamentale nella sua crescita: sembra che sin dal primo vagito abbia manifestato la volontà di fare di lei la più ammirata delle giovani inglesi. Nonostante questo, sembra apprezzare poco la tranquillità della vita agiata.

Ma cosa la spinge ad appassionarsi all’avventura? Dobbiamo risalire a un episodio ben preciso:  nel 1998 durante una gita scolastica precipita sull’Hymalaya. Incredibilmente è l’unica sopravvissuta tra i suoi compagni. Da lì in avanti decide di fare una serie di viaggi in giro per il mondo per esplorare nuovi territori.

Sempre nella sua biografia, si racconta un episodio significativo: un giorno, tornando a casa da un’escursione, vede su “National Geographic” la foto dell’archeologo Werner Von Croy. Riesce inoltre a leggere un articolo in cui si annunciava l’imminente partenza dell’uomo per una spedizione in Asia e in Cambogia. Lara, piena di entusiasmo, decide così di partire con lui. Quello è l’inizio delle sue incredibili avventure, che ancora oggi appassionano i fan.

Nel videogioco, per rendere le varie fasi più avvincenti, la giovane diventa più “umana” ed è in grado di fare i movimenti più disparati.

Lara Croft: Alicia Vikander interpreterà l’eroina

Manca ormai sempre meno al reboot di Lara Croft, un personaggio che nonostante il passare degli anni continua ad affascinare il pubblico. In attesa di vedere la pellicola sul grande schermo, sappiamo già chi sarà l’attrice che vestirà i panni dell’eroina. La scelta è infatti ricaduta su Alicia Vikander, una delle interpreti emergenti e già vincitrice di un premio Oscar per “The Danish Girl”.

I più attenti noteranno una certa somiglianza tra Alicia e Angelina Jolie, che in passato aveva avuto lo stesso ruolo. Il regista sarà invece il regista norvegese Roar Uthaug.