Laboratori Didattici
Laboratori Didattici

La Dallara Academy riapre al pubblico. Lo ha fatto il primo settembre e nel rispetto delle direttive di sicurezza per l’emergenza COVID-19. La Dallara Academy ha aperto a turisti e appassionati di motorsport con un programma ricco di eventi per visitatori grandi e piccoli.

Tra laboratori didattici e caccia al tesoro

Il mese di settembre sarà caratterizzato da attività per rendere uniche e memorabili le visite alla Dallara Academy. Factory tour dei reparti aziendali, laboratori didattici per famiglie, caccia al tesoro per bambini e degustazioni di prodotti tipici. La Dallara Academy è, infatti, un polo didattico ed espositivo per condividere e trasmettere il patrimonio di competenze sviluppate in 46 anni di attività. L’altro aspetto è far conoscere ai visitatori la storia e le automobili della Dallara.

Indycar e i prototipi di Le Mans

La struttura è composta da due piani collegati da una rampa curva percorribile a piedi. Al suo interno c’è l’area espositiva dove sono presenti le auto che hanno segnato la storia dell’Ingegner Dallara e della Dallara Automobili. Dalla Miura all’ X19, le Indycar, i prototipi di Le Mans fino alle serie come Formula 3 e Formula E. Infine, l’ultima nata “Dallara Stradale”. Un’intera area dell’edificio è dedicata ai laboratori didattici per gli studenti delle scuole medie e superiori. Nei Laboratori, i ragazzi possono sperimentare in prima persona le leggi della fisica applicate alla progettazione ed allo sviluppo delle automobili. La Dallara Academy è anche un luogo dove è possibile ospitare conferenze, meeting, presentazioni, attività di team building ed eventi privati delle tipologie più diverse.

Un centro di stimoli e interessi per la vallata

Al piano terra è presente una sala polifunzionale, perfetta per meeting, aperitivi e catering esclusivi. Per brevi presentazioni sono inoltre disponibili due sala riunioni con impianto audio-video. “Nelle mie intenzioni lo scopo di questa Academy è ringraziare i collaboratori che hanno contribuito alla crescita dell’azienda. Ma c’è soprattutto il desiderio di mettere a disposizione del territorio un luogo di ritrovo e di confronto. Un centro di stimoli e di interessi vivo e aperto per la nostra vallata”, ha spiegato Giampaolo Dallara.