JaguArt, progetto nato un anno fa dall’incontro tra Artissima Internazionale d’Arte Contemporanea e Jaguar, è un’originale iniziativa artistica ispirata da affinità e valori comuni. E, oggi, al termine del Road Show che ha girato l’Italia alla ricerca di giovani talenti dell’arte contemporanea annuncia i 10 finalisti. Si tratta di Matteo Pizzolante. Luca Arboccò, Francesco Tagliavia e Camilla Gurgone. Boris Contarin, Stefano Giuri, Marco-Augusto Basso e Teresa Gargiulo. Infine, Camilla Riscassi e Federica Francesconi.

I 10 progetti visibili anche attraversp virtual tour

I 10 finalisti sono i protagonisti di due mostre collettive esplorabili digitalmente. Il tutto grazie a una speciale visita guidata della direttrice di Artissima Ilaria Bonacossa, che illustra i progetti espositivi ospitati a Torino e allo Chalet de l’Ange di Courmayeur. Inoltre, è possibile vedere i progetti anche attraverso dei virtual tour dedicati in 3D con schede di approfondimento.

Chi sono i primi 5 finalisti

Tra i dieci finalisti verrà selezionato il vincitore di JaguArt al quale verrà offerta la possibilità di organizzare una personale presso Skyway, la “galleria” più alta d’Europa, nel 2021.  Nella prima tappa, alla concessionaria Jaguar Lario Mi Auto a Milano, la giuria ha selezionato come vincitore Matteo Pizzolante. Il giovane, classe 1989, laureato presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, ha presentato la scultura Silent Sun.

Seconda tappa, ospitata presso la concessionaria Jaguar BiAuto Club a Torino, la giuria ha selezionato come vincitore Luca Arboccò. Arboccò, classe 1992, che ha studiato Pittura presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino ha esposto Three Channels (Trompe l’Oeil).

Terza tappa, ospitata presso la concessionaria Jaguar #FOTIAUTO di Misterbianco a Catania, la giuria ha selezionato Francesco Tagliavia. Il giovane classe ‘92, ha studiato New Technologies for Art all’Accademia di Belle Arti di Catania e Fashion and Textile Design alla Naba di Milano. La sua opera After Party Carnival Floats Triptych,

Quarta tappa virtuale associata alla concessionaria Englandstar di Roma, la giuria ha scelto Camilla Gurgone (classe 1997, ha studiato alla RUFA, Rome University of Fine Art) con il lavoro Tachilalia.

Quinta tappa, presso la concessionaria Jaguar Autoserenissima a Venezia, la giuria ha selezionato Boris Contarin (classe 1992, ha studiato Arti Visive presso l’Università IUAV di Venezia) con il lavoro Due.

I vincitori dalla sesta alla decima tappa

Sesta tappa, ospitata presso la concessionaria Jaguar International Motors a Firenze, la giuria ha scelto Stefano Giuri. L’artista, classe ‘91, diplomato all’Accademia di Belle Arti di Firenze, prima in pittura e poi in scultura, ha esposto il lavoro Sono palloso, politico e statuario.

Settima tappa virtuale associata alla concessionaria Queen Land di Genova è stato selezionato Marco-Augusto Basso. Lo studente, che frequenta il Conservatorio di Musica Niccolò Paganini e la Royal Academy of Art di Den Haag, ha mostrato Piccolo teatrino amoroso,

Ottava tappa presso la concessionaria Autorally di Napoli, la giuria ha selezionato Teresa Gargiulo. La giovane, classe ‘96, frequenta il biennio specialistico in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Il suo progetto: Grafemi per le mani, fonemi per le orecchie.

Nella nona tappa a Bologna Motori di Bologna, la giuria ha scelto Camilla Riscassi (classe 1993, ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna). Riscassi ha presentato Dall’alto nel profondo,

Decima tappa alla concessionaria Brescia Motori di Brescia, la giuria ha selezionato Federica Francesconi (classe 1994, di Brescia, ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia) con il lavoro Untitled.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *