Iveco

Anche il gruppo Mole Logistica ha scelto il brand Iveco. E’ stato infatti siglato l’accordo che prevede, nell’ambito del piano di investimenti 2021/2022, l’acquisto di 120 S-WAY, di cui almeno 48 alimentati a LNG. Alla cerimonia, che si è tenuta nel rispetto del protocollo sanitario vigente presso il CNH Industrial Village di Torino, hanno partecipato – tra gli altri – Alessandro Oitana, Iveco Medium & Heavy Business Line Manager , Enzo Pompilio D’Alicandro, Presidente e AD di MOLE Logistica e Paolo Orecchia, AD di IVECO Orecchia.

Iveco, la consegna

La consegna dei primi veicoli si è svolta nell’ambito dell’evento che ha visto il primo rifornimento ed erogazione di biometano (Bio-LNG e Bio-CNG), vettore energetico 100% green e made in Italy, nella stazione di strada Cascinette a Torino. L’accordo prevede la consegna di una prima tranche di 20 Iveco S-Way, di cui 18 alimentati a LNG. Con i loro motori da 460 cv e i due serbatoi LNG che permettono un’autonomia fino a 1.600 km, gli Iveco S-Way rappresentano la soluzione ideale per affrontare le missioni più impegnative e le tratte sia nazionali sia internazionali alle quali saranno destinati. I veicoli sono dotati di un equipaggiamento tecnologico di ultima generazione che garantisce sicurezza, comfort e connettività, per migliorare la vita dell’autista a bordo e le prestazioni del veicolo, realizzando quella sostenibilità sia economica sia ambientale che ormai è diventata un valore imprescindibile per un numero sempre maggiore di imprenditori del trasporto e flottisti.

Dichiarazioni

Alessandro Oitana, Iveco Medium & Heavy Business Line Manager, ha supportato il progetto sottoscritto con il gruppo Mole per il suo taglio green: “Insieme è stata fatta una scelta importante verso la transizione energetica, che condividiamo fino in fondo: un percorso obbligato per diventare protagonisti del trasporto e della logistica a livello europeo, partendo dal nostro territorio. Siamo orgogliosi di poter annunciare questo accordo con un Gruppo come Mole, nato dall’intraprendenza di sei aziende che hanno scommesso sulla competitività del Piemonte, da sempre territorio strategico per il traffico di merci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *