Israele
Israele

Kalanit Goren Perry, direttore da poche settimane dell’Ufficio Nazionale di Israele del Turismo, ha parlato ad un evento organizzato a Milano in occasione del Capodanno Ebraico, iniziato da qualche giorno.

Le parole di Kalanit Goren Perry

“Il nostro lavoro non si è fermato neppure per un secondo. Ogni giorno siamo a fianco dei nostri operatori. Produciamo contenuti. Lavoriamo per fornire informazioni aggiornate. Pensiamo al futuro e alla ripartenza, Ascoltiamo le esigenze dei nostri partner”.

Israele e il suo Capodanno

Consapevole della difficoltà del momento che il mercato sta affrontando, l’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo cerca di intensificare l’attività di promozione verso la destinazione e di supporto ai partner. Il Capodanno ebraico è sinonimo di cambiamento e serenità. E’ simboleggiato dal miele che addolcisce la mela, con l’augurio di un nuovo anno dolce e ricco di prosperità. I giorni passati si gettano dietro le spalle e il brindisi per il nuovo anno si sintetizza con un augurio che insieme riassume speranza e gioia: “lechaim, alla vita”.

Le parole di Avital Kotzer Adari

Avital Kotzer Adari, ormai ex direttrice dell’ufficio del turismo d’Israele, ha terminato dopo 6 anni il mandato nella sede di Milano. “Tanto il lavoro e tante le soddisfazioni. Straordinario l’impegno del team che mi ha affiancata, risultati positivi spesso anche oltre le migliori aspettative”.