Israele

Chi è alla ricerca dell’autentico spirito natalizio, lo troverà sicuramente in Israele, la terra che duemila anni fa ha dato origine a questa festa e che da allora ne conserva immutate la gioia e l’entusiasmo. Diverse città cominciano a entrare nel clima delle festività già all’inizio del mese, con tanti eventi ed iniziative pensate per residenti e visitatori. Gerusalemme si prepara al Natale già dal 6 dicembre, con l’inaugurazione dell’YMCA Christmas Market. Questo mercatino natalizio si tiene tutti gli anni nella centrale e suggestiva King David Street. Trasporta la città e i suoi visitatori nell’atmosfera delle Feste, grazie a bancarelle piene di dolci, bevande calde, gadget natalizi e artigianato locale.

Casa di Babbo Natale

Per i più piccoli sarà poi aperta per tutto il mese la casa di Babbo Natale. Una dimora secolare in St. Peters Street custodita dall’israeliano Issa Kassissieh. Addobbata ogni anno come fosse l’originale laboratorio natalizio del Polo Nord. Una fabbrica di giocattoli, una cassetta delle lettere e tante divertenti attività sono a disposizione dei visitatori tutti i pomeriggi.

Betlemme

Da segnalare, inoltre, che nei giorni del 24 e del 25 dicembre sarà attivo un servizio di bus gratuiti verso Betlemme, per spostarsi senza pensieri e visitare la città. È bene ricordare che durante la notte tra la Vigilia e il 25 dicembre a Betlemme si celebra la Messa. Per informazioni dettagliate clicca qui.

Tel Aviv

A Tel Aviv il Natale è partito ufficialmente il 13 dicembre, quando è stato aperto il Jaffa Christmas Market, un caratteristico mercatino tra le storiche vie della vecchia Giaffa a cui ha fatto seguito poco dopo, il 15 dicembre, l’accensione dell’albero di HaShaon Square, un vero e proprio simbolo del Natale nella città israeliana. Poiché Tel Aviv è una città cosmopolita e un crocevia di culture, i visitatori sotto le feste potranno anche assistere alle celebrazioni del Natale greco-ortodosso: la tradizionale sfilata natalizia partirà il 6 gennaio da Ibn Rashad Street e, dopo un giro per le vie della città, terminerà alla chiesa ortodossa di St. George.

Haifa

Anche ad Haifa sanno come celebrare il Natale. Ogni anno in città viene organizzato un festival che promuove il rispetto e la tolleranza reciproca dei valori culturali e religiosi delle tre religioni: ebraismo, cristianesimo e islam. Il festival “Feste delle Feste” è caratterizzato da tre diverse festività: Natale per i cristiani, Hanukkah per gli ebrei e Eid al-Adha per i musulmani. Tra le altre cose, ci sono visite guidate, mostre, feste di strada e una varietà di eventi all’aperto, fiere, spettacoli e concerti.

Nazareth

In quanto a preparativi, non è certo da meno la città di Nazareth, in Galilea, che ha esordito lo scorso 1° dicembre con l’accensione dell’albero di Natale e con una settimana di eventi a tema, inclusi nel programma del Christmas Market. A Nazareth, da dove è venuta la famiglia di Gesù e dove è cresciuto, il Natale è una grande festa. Il mercatino di Natale annuale offre souvenir, dolci, regali e decorazioni tradizionali in un’atmosfera mozzafiato e nella piazza davanti alla basilica si trova l’albero di Natale più grande e più alto di Israele. I buongustai potranno gustare deliziosi piatti arabi, che vanno da hummus, formaggio e falafel a Kanafeh per dessert. Gli amanti dello shopping potranno visitare il BIG Mall all’ingresso di Nazareth.

Eventi

L’8 dicembre è stato acceso anche il secondo albero della città, in Mary’s Well Square, mentre la sera del 24 si terrà la tradizionale Christmas Parade, una colorata sfilata per le vie della città che comprende uno show pirotecnico e che termina con la celebrazione della Santa Messa. Ogni anno vi partecipano circa 30.000 fedeli, le cui luci creano uno spettacolo veramente unico. Il 29 dicembre a Nazareth sarà poi celebrata la festa della Sacra Famiglia con messa solenne all’interno della Basilica dell’Annunciazione presieduta da padre Francesco Patton, custode di Terra Santa.

Dichiaraizoni

“Il nostro augurio più grande è quello di scoprire Israele in questi giorni: unica ed irripetibile è l’emozione di vivere questi giorni di festa in Israele, una gioia immensa il cui ricordo renderà speciale ogni successivo Natale” dichiara Avital Kotzer Adari, direttore Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo. Il Ministero del Turismo è pronto ad accogliere circa 165.000 fedeli che dovrebbero arrivare in Israele per il periodo natalizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *