Illy e Alessi insieme per Pulcina
Illy e Alessi insieme per Pulcina

Prima c’era la vecchia e cara moka napoletana; oggi le strade sono molteplici, per gustare un buon caffè ci sono molti modi. Ma tutti dovrebbero tendere ad un unico obietti, quello di esaltare l’aroma del caffè.

Ed è proprio in questa direzione che Illy e Alessi, due delle aziende italiane più famose al mondo, hanno lavorato. Andrea Illy e Alberto Alessi hanno annunciato la collaborazione per lo sviluppo e la realizzazione dei una rivoluzionaria moka: Pulcina.

Illy, Alessi e Pulcina
Illy, Alessi e Pulcina

La Caffettiera espresso “Pulcina”, disegnata da Michele De Lucchi, è l’esito di una lunga collaborazione per una “moka del 2000” iniziata quindici anni fa da Alessi e illycaffè, con l’intento di aumentare la funzionalità della classica moka e sviluppare una forma in grado di esaltare le proprietà organolettiche del caffè. Pulcina incontra le esigenze di quei consumatori che non vogliono rinunciare al piacere della preparazione di un buon caffè con la moka: in Italia, sono oltre 20 milioni le famiglie che usano la moka per preparare il caffè.

Il progetto nasce dalla condivisione di un patrimonio comune fondato sulla ricerca dell’eccellenza, la creatività, l’alta qualità e l’innovazione. Una sapienza racchiusa in quasi un secolo di storia che ha portato le due aziende ad essere riconosciute a livello internazionale, l’una come leader del caffè di alta qualità e l’altra, come una delle più autorevoli Fabbriche del Design Italiano.

Illy, Alessi e Pulcina
Illy, Alessi e Pulcina

“Questa moka interpreta pienamente la passione per l’eccellenza che da sempre contraddistingue i marchi Alessi e illy – afferma Andrea Illy, Presidente e Amministratore Delegato di illycaffèe contribuisce a diffondere la modalità di preparazione dell’espresso, autentico simbolo del lifestyle italiano nel mondo”.

“Produrre il miglior caffè per l’una e creare le più belle caffettiere espresso per l’altra” -dichiara Alberto Alessi, Presidente di Alessi SpA“sono due storie di famiglia per Illy e per Alessi. Penso di poter affermare che questa caffettiera rappresenti un punto fermo nella ricerca dell’ottimizzazione della forma per migliorare le proprietà organolettiche del caffè preparato con la moka”.

SHARE
Previous articleBarilla e Whirlpool: la cucina del futuro
Next articleBattleHack: il miglior hacker in Italia
Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...

Rispondi