Giorgia
Giorgia

In forma e sorridente come sempre, Giorgia torna con una nuova produzione: un album di cover. A due anni dall’uscita di “Oro Nero”, e anticipato dal singolo “Le tasche piene di sassi”, brano di Jovanotti già in alta rotazione in tutte le radio, “Pop Heart” contiene infatti una quindicina di reinterpretazioni di alcune delle tante canzoni che la cantante romana ha amato maggiormente. Disponibile da oggi, il nuovo lavoro di Giorgia è stato presentato alla stampa all’Espinasse 31: uno spazio temporaneo milanese per artisti pop e street art. 

Il ritorno di Giorgia

Era da tempo che mi chiedevano di fare un album di cover – ha spiegato Giorgia – Non è facile cantare le canzoni degli altri, perché devi prima cercare di capirle e poi cantarle con rispetto. Io ho cercato di farlo, aggiungendo anche qualcosa di mio. Più che sulla tecnica vocale mi sono concentrata sull’interpretazione, sulle parole, sul perché alcune vengono cantate in un certo modo. Ad esempio “Vivere una favola” di Vasco Rossi, ha vent’anni ma è ancora attuale e perfetta per il momento che stiamo vivendo”.

Cosa c’è nell’album

Oltre ai due successi di Jovanotti e Vasco Rossi, in “Pop Heart” Giorgia ha interpretato anche “Sweet dreams” degli Eurythmics, “I Will always love you” di Whitney Houston, “I feel love” di Donna Summer, “Open your heart” di Madonna e altre grandi canzoni italiane: tre di queste con la preziosa partecipazione dell’autore originale. “A Elisa ho chiesto di fare Ligabue ne “Gli ostacoli del cuore”, mi sembrava matematica come cosa, anche se quando siamo assieme non si capisce chi è chi. Eros Ramazzotti? Volevo un colore e ho cambiato tonalità di “Una storia importante” e a lui è piaciuta come cosa. Con Tiziano siamo amici da tempo. Zucchero, invece, non ha nemmeno voluto sentire come ho rifatto “Dune Mosse”. Ha detto che si fidava di me”.

Il perchè del titolo Pop Heart

“Il titolo “Pop Heart” è arrivato in un secondo momento – ha aggiunto GiorgiaL’ho chiamato così perché per me sono state davvero delle scelte di cuore. Ho scelto queste canzoni dopo aver fatto una lista da ascoltatrice e prendendo quelle che mi hanno accompagnato nella vita”. Un disco che porterà in tournée dall’aprile del prossimo anno. Dalla data zero di Ancona fino ad Acireale, passando da diverse città: tra queste Torino, Bologna, Milano, Firenze, Roma e Napoli. “Sarà divertente portare in giro queste canzoni, e magari cercherò di coinvolgere ed invitare qualche mio collega. Vedremo. Intanto non avrò l’ansia del disco nuovo. Ci divertiremo”.

In Tour in tutta Italia

La prima esibizione dal vivo, sarà però quella suggestiva del prossimo 23 novembre a Milano. In quell’occasione, e per una finalità molto importante, Giorgia si esibirà all’interno del Duomo: “E’ un evento organizzato per raccogliere fondi destinati a finanziare progetti di beneficenza – ha spiegato ancora la cantante – Canterò per aiutare i bambini disabili. Con me ci sarà la mia band e l’Orchestra Roma Sinfonietta. Farò Come Saprei, Di sole e d’azzurro, Gocce di memoria e se ce la facciamo Credo, Le tasche piene di sassi e Anima. Non mancherà l’Ave Maria di Schubert che è uno dei pezzi che mio padre cantava ai matrimoni”.