Il mostro dagli occhi rossi e altre storie, la cover - credits Ufficio Stampa Morellini Editore

Spiegare il Covid 19 ai bambini ed aiutarli a convivere con la paura e l’incertezza che l’emergenza sanitaria ha creato. Nasce da un’idea della giornalista Laura Avalle l’ebook “Il mostro con gli occhi rossi e altre storie”, disponibile su tutti gli store online e sul sito della Morellini Editore. Una raccolta di fiabe scritte da genitori di tutta Italia, sull’esempio della fiaba che la stessa Laura Avalle aveva scritto per la figlia. Un hastag sui social della casa editrice è bastato perché in pochi giorni giungessero decine di storie. Una partecipazione alla quale si sono aggiunti anche personaggi dello spettacolo che hanno voluto dare voce alle storie. Un libro di fiabe per bambini, certo, ma anche il tentativo degli adulti di comprendere quanto accaduto durante il lockdown. Attraverso la rilettura dei bambini, capaci con la fantasia di ricreare un mondo nel quale sono le piccole cose ad avere valore. Il documento di un modo diverso di vivere la nostra quotidianità, alla riscoperta del tempo perduto. Di seguito, l’intervista a Laura Avalle.

Covid 19, una emergenza che ha colto tutti alla sprovvista

Questa emergenza sanitaria ci ha colti tutti alla sprovvista, compresi i bambini – racconta Laura Avalle, curatrice di “Il mostro dagli occhi rossi e altre storie” – Ho una figlia di tre anni, per lei la vita quotidiana è scandita da ritmi e riti ripetuti. Da andare ai giardinetti a prendere un gelato, da giocare con gli amichetti a vedere i nonni. Ho cercato di rispondere alle sue richieste spostando la sua attenzione su altre cose, poi mi sono venute in mente le parole della mia maestra delle elementari

Una fiaba inventata, la fantasia non è andata in quarantena

Ai bambini si può raccontare tutto, mi diceva la mia maestra, basta saper usare le parole giuste. Ho così cominciato a raccontare a mia figlia di questo virus, molto piccolo e tempestato di occhi rossi. Trasmissibile anche con un piccolo starnuto, ci obbliga a rimanere in casa. Cosi una parola dopo l’altra è nata una fiaba, insieme l’abbiamo inventata. E’ incredibile il senso di responsabilità dei bambini, ti aiutano ad usare la fantasia. E per fortuna la fantasia non è andata in quarantena

Storia del mostro con gli occhi rossi, il podcast

Ne è seguito un podcast “Storia del mostro degli occhi rossi”, per realizzarlo mi sono avvalsa del supporto di una casa di produzione milanese. Ho voluto coinvolgere altre mamme come me, per spiegare ai nostri figli come convivere con la paura e l’incertezza che questa pandemia ha prodotto in ognuno di noi. Ovviamente tutto a distanza, con le difficoltà del caso. Presto divenuto virale sui social, ha suscitato l’interesse dell’editore

L’hastag, effetto a catena

Abbiamo lanciato l’hastag #Faivolareunafiaba. Senza aspettarci nulla, siamo rimasti in attesa. La risposta è stata superiore a tutte le aspettative. E’ partito un effetto a catena, sono pervenute decine di fiabe da tutta Italia. Non ci saremmo mai aspettati che così tante persone diventassero parte attiva di questo progetto. Ognuno l’ha fatto proprio, uomini e donne, mamme e zie, insegnanti, persone che lavorano con i bambini. Mi sono sentita di proporre all’editore di raccogliere e diffondere, attraverso i loro social, le tante storie ricevute

Il contributo del mondo dello spettacolo

Anche i personaggi dello spettacolo hanno voluto dare il loro contributo. “La prima è stata l’attrice Lucia Caponnetto che di sua iniziativa ha realizzato alcune videoletture sulla sua pagina facebook. Seguita da attori, doppiatori, scrittori e registi” Tra di loro Max Pisu e Maurizio Nichetti.

L’ebook, quaranta fiabe per comprendere il lockdown

Niente doveva andare perso – rimarca Laura Avalle – Per lasciare traccia di questa partecipazione abbiamo realizzato un ebook, Il mostro dagli occhi rossi e altre fiabe. Al suo interno una quarantina di fiabe, corredate con foto e illustrazioni e i link che rimandano alle videoletture. Una opera crossmediale a tutto tondo. Un segno della volontà di comprendere, da parte di noi adulti, quanto accaduto nelle lunghe settimane del lockdown

La speranza di un mondo migliore

Per una volta il lupo non recita la parte del cattivo. “Il virus ovviamente fa la parte del cattivo, sia che si tratti del “maligno Covid”, dei “mostriciattoli Corona”, del “mostro dagli occhi rossi” o del “Re Coronello”. Dalla lettura di Il mostro con gli occhi rossi e altre storie emerge la speranza di un mondo migliore, nel quali gli uomini si rendono conto dei veri valori della vita

Parte del ricavato in beneficienza

Parte del ricavato del libro sarà devoluto in beneficenza. Alla Fondazione Renato Piatti Onlus, associazione di genitori i cui figli, bambini e ragazzi, presentano una disabilità intellettiva e relazionale. Grazie ai 16 centri distribuiti nelle province di Varese e Milano l’associazione fornisce assistenza e cure riabilitative grazie ad una equipe specializzata di medici, operatori ed educatori. “A Mauro Morellini mi lega una conoscenza quasi ventennale – dichiara Maurizio Ferrari, responsabile della comunicazione di Fondazione Renato Piatti Onlus – questo gesto è frutto della sua sensibilità verso il sociale

Solidarietà verso i bambini, i soggetti più fragili

Un pensiero che l’editore ha voluto rivolgere anche ai nostri bambini che, a causa del lockdown e della conseguente chiusura dei nostri centri, non hanno potuto usufruire delle cure assistenziali e terapeutiche che avremmo potuto offrire – sottolinea Maurizio Ferrari – La decisione dell’editore e dei suoi autori di condividere con noi un progetto editoriale è stata una bellissima sorpresa. Un segno di solidarietà verso i soggetti più fragili, il messaggio più bello

La riscoperta del tempo

Il mostro con gli occhi rossi, un virus che ci mangia il respiro. Questa è l’immagine che ho del Covid 19. Un virus che ci ha privato degli abbracci, del contatto con i nostri cari, che ha diviso i bambini dai nonni aggiunge Laura Avalle Al netto delle tante privazioni, ci ha però permesso di riscoprire il tempo e conoscerci meglio. Parlare del Covid 19 ai bambini è diventata l’occasione per rimettere in discussione tante cose

Il Covid 19 visto dai bambini, il valore delle piccole cose

Ogni autore ha dato voce alla propria sensibilità, alla propria esperienza con i bambini. Fossero figli, nipoti, alunni. Ai bambini abbiamo voluto trasmettere valori, come loro ci hanno trasmesso il loro racconto della realtà. Con loro abbiamo imparato il valore delle piccole cose. Il virus passerà ma questo libro – la considerazione finale di Laura Avalle – è il documento di un modo diverso di vivere la nostra quotidianità, non ha scadenza

“Il mostro con gli occhi rossi e altre storie” è reperibile sul sito della Morellini Editore, sugli store online e, nei prossimi giorni, nelle principali librerie