Quale futuro per i ricambisti? L’industria dell’automotive li sta accompagnando in questo quadro innovativo? Questi e molti altri sono stati i temi toccati nell’incontro che Cati spa, azienda leader in Italia nella distribuzione di ricambi auto e nei servizi a supporto del lavoro dei ricambisti, ha tenuto a Milano nella prestigiosa location dell’Excelsior Hotel Gallia. Una convention, impreziosita dall’esposizione di alcune fotografie della Collezione Bertero, che è servita però per fare il punto del settore.

Cati Spa al fianco dei ricambisti

Ad aprire le danze Mauro Albertinotti, Direttore Vendite di Cati Spa, che ha mostrato le innovazioni aziendali ma ha anche messo in guardia la platea dal pericolo di invasori che minacciano l’alta qualità del lavoro sino ad ora svolto: “Non bisogna però farsi cogliere dal timore – le sue parole – Cati, che solo due anni fa ha festeggiato i 70 anni dalla fondazione, non ha paura del futuro e non ha alcuna intenzione di trincerarsi nel passato. L’atteggiamento dell’azienda è propositivo così come il suo appello all’unione tra Cati ed il ricambista”.

L’unione con il ricambista

Che cosa prevede nel dettaglio questa unione? Progetti condivisi, che possano far crescere i ricambisti e migliorare la qualità del loro lavoro. Ma un lavoro che non va inteso come semplice meccanismo quotidiano, ma va visto nella sua totalità: e infatti si va dal programma di riordino automatico, raccontato da Federico Fissore, Responsabile del Progetto SuperMax, all’implementazione del sistema di promozioni, attività descritta da Renato Saoncella, Responsabile Marketing di Cati; ma anche i progetti di formazione del futuro ricambista e il ruolo dei social (in questo caso la discussione è toccata a Gabriella Giordano Direttrice Field Marketing & Communications di Cati). A concludere la giornata gli interventi di Roberto Rossi, Amministratore Delegato e Guido Bertero, Presidente di Cati, nonché proprietario della splendida collezione fotografica esposta.

La collezione Bertero

L’ingresso del salone dove si è svolto l’evento, infatti, è stato impreziosito da scatti che, di fatto, hanno ricostruito il percorso evolutivo dell’automobile e dei suoi protagonisti; scatti rubati o inediti, città riempite dal traffico dei primi modelli. Ma anche istantaneee del matrimonio di Margherita Agnelli e quello proveniente direttamente dal set de “La dolce vita”, il film di Federico Fellini.

Il piano d’azione di Cati Spa

Quello presentato a Milano è un piano d’azione serio e concreto che passa dall’espansione dell’azienda. E si rivolge prontamente al futuro, forte della propria capacità, maturata negli anni di esperienza, di imbracciare con efficacia strumenti ed idee innovative.