L’arte dell’upcycling (o riuso creativo) Coreano sbarca in Italia con un doppio appuntamento. Il primo a Roma, il secondo nel cuore della Tuscia. Dal 5 all’11 novembre durante la “Settimana internazionale del design in upcycle” sarà l’occasione per presentare una selezione delle imprese coreane di up-cycle design.

Allargare gli orizzonti dell’eco-design

L’evento, organizzato dal Gwangmyeong Upcycle Art Center di Gwangmyeong (Corea del Sud) in collaborazione con Laboratorio Linfa (Orte-VT), vuole sensibilizzare e sviluppare in Corea, come in Italia, una nuova tensione verso l’economia circolare. L’obiettivo è allargare gli orizzonti dell’eco-design per abbracciare le best practice del mercato europeo. L’impegno che la manifestazione vuole portare a termine è fare network con artigiani e imprese virtuose italiani.

Da Roma a Orte con esposizioni e seminari

L’evento partirà da Roma presso lo Spazio Incinque Open Art Monti. Poi arriverà a Orte (Vt) nel Laboratorio Linfa. Oltre alle esposizioni ci saranno momenti di workshop e seminari, erogati in modalità sia in presenza e che on-line. L’obiettivo è raggiungere un pubblico trasversale e internazionale. Due, invece, i webinar con alcuni tra i protagonisti dell’arte coreana. Collegamenti durante i quali si scopriranno i segreti dell’upcycling. Ovvero l’arte di realizzare nuovi oggetti con materiali di scarto. E provare, inoltre, a realizzare con le proprie mani progetti dal design contemporaneo usando avanzi di materiali.

Sempre nel rispetto della sostenibilità

Il programma degli incontri mirerà alla condivisione dei processi e delle tecniche del mondo del design italiano. Il tutto attraverso visite all’interno di piccole e grandi imprese alla scoperta del ricondizionamento e valorizzazione della materia. Sempre, ovviamente, nel rispetto della sostenibilità nella produzione industriale.