LeasePlan
LeasePlan

Sono 2,5 milioni di italiani che vogliono il monopattino elettrico. Ad acquistarlo o a valutarne l’acquisto in prevalenza gli uomini residenti al Sud. In voga da diversi mesi, il monopattino elettrico è uno dei mezzi destinati a rivoluzionare la mobilità cittadina. Ma quante sono le persone che pensano all’acquisto? E, fra chi già lo usa, quali sono le abitudini più comuni?

Il monopattino piace più al Sud e ai giovani

Secondo l’istituto di ricerca mUp Research in collaborazione con Norstat, ai quali Facile.it ha commissionato l’indagine, il 2,7 percento degli intervistati afferma di possedere già un monopattino elettrico. Una percentuale pari a circa 800.000 italiani. La percentuale sale sensibilmente nella fascia 35-44 anni (5,5%) e fra i residenti in Centro Italia e nel Nord Est (4,2%). Mentre non sembrano essere contagiati dal fascino del monopattino le persone con età pari o superiore ai 45 anni. Discorso diverso per chi usa il monopattino elettrico solo a noleggio. Si tratta di poco meno di 400.000 individui. Ma osservando solo il campione maschile la percentuale sale notevolmente (1,3% vs 0,5% delle donne), a chi ha un’età compresa fra i 25 ed i 34 anni (3% vs una media nazionale dello 0,9%) e a chi risiede nel Centro Italia (2,6%).

Tra i maschi con un’età compresa fra 18 e i 24 anni il monopattino spopola

All’acquisto o alla valutazione di comprare un monopattino il Covid ha dato una notevole spinta. A dirlo sono stati oltre 2,5 milioni di italiani, ovvero il triplo di quelli che già lo possiedono oggi. Mentre a pensare seriamente all’acquisto del mezzo sono risultati soprattutto gli uomini (7,3% vs 6,2% delle donne), con un’età compresa fra i 18 ed i 24 anni (14,7% vs una media nazionale del 6,7%) e chi risiede nel Meridione (8%). Il fenomeno dei monopattini elettrici è recente. E, le città così come le norme del codice della strada, si stanno adeguando lentamente. Dunque, chi lo ha già, come lo usa? Secondo gli intervistati, l’utilizzo principale del monopattino è legato al tempo libero, ma già 350.000 persone lo usano per andare al lavoro. Tutto questo con lo smart working. Dunque, è facile ipotizzare che la cifra attuale aumenterà una volta che lo smart working si ridurrà drasticamente.

Mobilità: meglio con l’assicurazione

Purtroppo, uno dei problemi storici delle strade italiane è la mancanza di corsie dedicate ai mezzi leggeri. Quindi, quando ti muovi in città dove utilizzi il monopattino? Il 52,7% delle persone afferma di usare il monopattino elettrico sul marciapiede o nelle aree pedonali, percentuale che scende appena (50,4%, equivalenti a poco meno di 1,2 milioni di individui) se la domanda indaga invece l’utilizzo abituale del mezzo. Insomma, gli italiani stanno guardando con maggior attenzione a questo mezzo. Quindi, infrastrutture ed elementi imprescindibili alla circolazione su strada non potranno che adeguarsi, a partire dall’assicurazione. “Dal punto di vista normativo i monopattini elettrici sono equiparati alle biciclette, pertanto non vi è l’obbligo di sottoscrivere una copertura assicurativa. Nonostante ciò, il consiglio è di valutare l’ipotesi di tutelarsi con una polizza, soprattutto se si utilizza il mezzo quotidianamente”, rimarcano gli esperti di Facile.it.