Giulio Tremonti, uno dei politici più conosciuti, festeggia oggi il suo 70esimo compleanno.

Giulio Tremonti: dalla laurea al primo impegno in politica

Tremonti, nato a Sondrio 1947, è laureato in giurisprudenza all’Università di Pavia, ma sin da giovanissimo si interessa alla politica. In una prima fase si appassiona alle idee socialiste, poi intraprende la sua attività lavorativa in una società di consulenza e revisione internazionale. A partire dagli anni ’80 avvia una collaborazione con il “Corriere della Sera”.

La prima candidatura risale alle elezioni politiche del 1987 nelle file del Psi (Partito Socialista Italiano). Questo sarà però solo l’inizio: negli anni ’90 decide di unirsi ad Alleanza Democratica e pi con il Patto Segni (movimento politico di estrazione democristiana fondato da Mario Segni). Con il partito viene eletto deputato nel 1994, ma poco tempo dopo deciderà di unirsi a Forza Italia, fondata da Silvio Berlusconi, da poco entrato in politica.

Giulio Tremonti: la collaborazione con Silvio Berlusconi

Nel 1996 e nel 2001 viene eletto alla Camera dei Deputati nelle file di Forza Italia. Quel momento segnerà l’inizio della sua ascesa politica. Silvio Berlusconi, eletto premier, deciderà di puntare su di lui come guida del neonato Ministero dell’Economia e delle Finanze. L’ente nasce dall’accorpamento del “Ministero del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica” e del “Ministero delle Finanze”.

Il suo incarico al governo durerà però solo tre anni: il suo Ministero va incontro alle maggiori difficoltà a causa di alcune discussioni nate Gianfranco Fini, allora vice premier. Il 3 luglio 2004 rassegna così le dimissioni.

Il 23 aprile 2005 viene nominato un nuovo governo Berlusconi in cui Tremonti svolge il ruolo di vicepresidente del Consiglio, sempre al fianco di Fini. Questo ruolo durerà però poco. Il 23 settembre di quell’anno viene nuovamente richiamato al ministero dell’Economia e delle Finanze per la stesura dell’ultima legge finanziaria prima delle elezioni per il sopraggiunto termine temporale della legislatura.

A maggio 2008 Tremonti torna al vertice del ministero economico. Per lui è il quarto incarico.