Giornata internazionale del libro per bambini
Giornata internazionale del libro per bambini

Si avvicina il 2 aprile, la Giornata internazionale del libro per bambini. Ormai nelle scuole si inizia sempre prima a insegnare l’inglese, lingua fondamentale oggigiorno. Anche per questo, i linguisti dell’applicazione per l’apprendimento delle lingue Babbel hanno deciso di venire in aiuto di insegnanti e genitori selezionando i migliori libri per l’infanzia per aiutare i bambini ad imparare l’inglese.

Giornata internazionale del libro per bambini, i migliori

Iniziano con The Gruffalo. Quest’anno uno dei mostri più amati del mondo spegne 20 candeline. Nata infatti nel 1999, la storia del mostro con il topolino marrone, tradotta in 50 lingue ed eletta migliore racconto della buonanotte nel Regno Unito, è adatta a tutti, grazie ad un vocabolario divertente.

Goodnight Moon (tradotto letteralmente con Buonanotte luna) è a sua volta un classico della letteratura per l’infanzia. Grazie a poesia e illustrazioni armoniose è l’ideale come favola della buonanotte, appunto. “Le parole sono precise e hanno ritmo, anche se non rimano tra loro. Si armonizzano talmente bene che anche il lettore più controllato finisce per sentirsi un poeta”. Lo afferma Ted Mentele, linguista statunitense di Babbel.

Crocodile Crocodile (Coccodrillo coccodrillo) narra la storia del coccodrillo Omar che sentedo parlare di un negozio di coccodrilli intraprende un lungo viaggio, scoprendo alla fine però una triste verità Gli oggetti in vendita non sono per coccodrilli, ma fatti di pelle di coccodrillo. Più leggero “This is not my hat e I want my hat back” (traduzione: Questo non è il mio cappello e Voglio il mio cappello!). Si tratta di due racconti di cappelli perduti.

Where the wild things are (tradotto liberamente con Nel paese dei mostri selvaggi) è diventato famoso anche per essere uno dei libri preferiti dell’ex presidente americano Barack Obama, Guess How Much I Love You (traduzione: Indovina quanto bene ti voglio) è infine un autentico best seller, avendo già venduto più di 30 milioni di copie. “L’aspetto migliore di essere autore di un libro così popolare è che so che, da qualche parte nel mondo, una madre o un padre sta leggendo la mia storia alla persona più preziosa nella sua vita”, ha dichiarato l’autore Sam McBratney al quotidiano inglese The Guardian.