Giorgio Armani
Foto: Flickr

La moda è uno dei motivi di vanto per l’Italia nel mondo e Giorgio Armani è certamente uno degli stilisti più apprezzati.

Giorgio Armani: uno stile che non è mai scontato

Ogni stilista detta le tendenze, ma sta poi a ognuno di noi decidere se seguirle o interpretarle in un modo più personale. Restare del tutto estranei da quanto indica la moda, soprattutto in una società basata anche in maniera eccessiva sull’immagine come quella attuale, è però praticamente impossibile.

In un settore così competitivo c’è comunque chi cerca di indicare alcuni consigli da seguire per presentarsi al meglio in ogni occasione, ma senza snaturare se stesso. Questa caratteristica rientra pienamente nel modo di lavorare di Giorgio Armani, uno che ha ormai superato i 40 anni di carriera ma che è in grado di stupire sempre per l’eleganza tipica dei suoi capi.

Giorgio Armani: sobrio ma senza essere scontato

Ormai da qualche anno sulle passerelle siamo abituati a vedere abiti che difficilmente qualcuno di di noi indosserebbe anche nella vita reale. Stupire sembra essere diventata la parola d’ordine, ma anche in questo ambito Armani sembra essere perfetto per andare controcorrente.

Questo modo di agire del designer italiano è stato uno dei motivi del suo successo a livello globale.

” Correva l’anno 1979 e fui insignito a New York del Neiman Marcus Award. Negli stessi giorni Saks Fifth Avenue organizzò un trunk show della mia collezione. Ebbene, quella che doveva essere una piccola sfilata riservata a un ristretto gruppo di clienti affezionati si trasformò in un evento ripetuto per più giorni. Fu l’inizio del mio successo. Controcorrente, io scelsi la strada del togliere anziché aggiungere – aveva dichiarato a Millionaire lo stilista, noto per i modelli sobri, quasi rigorosi -. In molti si ritengono autorizzati a mettermi in una scatola, a causa del mio stile preciso, e da lì a non farmi più uscire. Da questi sono ritenuto lo stilista della donna dei colori spenti e polverosi, ignorando quanto vario sia stato il mio operato e la diversità delle mie collezioni. C’è chi pensa che non ci sia spazio per un Armani scintillante, esotico, onirico, eccentrico. Invece quell’Armani esiste e ha un suo pubblico”.

Giorgio Armani: i tratti distintivi del suo stile

Pur provando a rinnovarsi a ogni collezione, Armani ama da sempre non snaturare le caratteristiche che gli hanno permesso di farsi amare.

Icon, in occasione dei 40 anni di carriera del designer, ha così messo in evidenza alcuni elementi che non possono mai mancare a ogni sfilata dello stilista.

Per chi desidera essere elegante ispirarsi ad Armani è imprescindibile.
suoi completi dai volumi fluidi, declinati su nuance sofisticate e tenui, i pantaloni ampi con le pinces sono elementi imprescindibili per un uomo che desidera essere elegante. Questo consente di essere casual, ma allo stesso tempo chic.

La giacca destrutturata è un altro elemento che non può mancare. Caratteristiche di questo tipo la rendono unisex, senza troppi fronzoli ma allo stesso tempo sexy. Non c’è da stupirsi quindi se, così come le stringate, una donna scelga di “rubarla” dall’armadio del suo uomo.

Mai dimenticare il greige: non solo un colore, un misto tra grigio e beige, ma una filosofia di vita, al punto tale da poterlo ritrovare anche su
Main, il suo yacht.

Ad Armani dobbiamo anche l’accoppiata ormai diventata imprescindibile, la t-shirt con il denim, fondamentale per l’uomo che vuole essere al top.