Gian Paolo Boiardi, CDK Global Italia
Gian Paolo Boiardi, CDK Global Italia

Gian Paolo Boiardi, responsabile del Partner Programme di CDK Global Italia, a margine di AutomotiveForum ha parlato ai microfoni di TimeMagazine.

L’intervista a Gian Paolo Boiardi

L’esigenza del Partner Programme di CDK Global nasce dalla volontà di mettere a disposizione anche al circuito che è esterno a CDK i flussi dei processi dei dealer. L’idea è quella di offrire soluzioni innovative e integrate, per permettere a tutti i soggetti che gravitano intorno al mondo dell’automotive ma che non sono connessi al DMS di interagire col DMS.

E’ difficile rimanere al passo coi tempi?

Noi abbiamo capito che da soli non saremmo riusciti a portare l’innovazione a 360 gradi. Sarebbe stato velleitario cercare di proporre ai dealer soluzioni autarchiche. Apriamo quindi a soggetti terzi che sanno offrire nicchie di mercato e soluzioni all’avanguardia. Lasciamo a loro questo compito, abilitandoli a questa piattaforma.

Il feedback diventa fondamentale nello sviluppo di una piattaforma?

Assolutamente sì, stiamo facendo anche noi esperienza. In questo mondo che cambia noi vogliamo guidarlo ma coi partner stiamo verificando quali sono le direzioni. Oggi come mai in passato capire la direzione è la cosa più difficile. Sperimentarla con i partner per noi è più agevole, perché abbiamo punti di vista differenti, ci confrontiamo con loro e col mercato.

Possiamo dire che ci sono comunque delle componenti fisse?

Le direttrici sono consolidate ma il come e il quando sono elementi che giocano un loro ruolo. La connettività è un elemento chiave. La connettività rispetto al veicolo e al cliente finale è essenziale. In un prossimo futuro vedremo soggetti sempre più connessi.

Perchè scegliere il prodotto CDK rispetto ad altri?

Non sono abituato a fare paragoni ma dico che oggi la ragione per la quale è importante scegliere noi è perchè abbiamo aperto il DMS. Tutti quanti ci diranno quanto è stato difficile interagire col DMS. Oggi questa piattaforma intermedia apre possibilità e idee innovative. La differenza più importante la vediamo con noi stessi, prima ancora che con la concorrenza che non ha ancora concepito questa piattaforma. Forse ci arriveranno anche loro proprio in ragione di quello che stiamo facendo noi.