Si è chiuso l’evento legato alle tre iniziative digitali 2020 di Formula SAE Italy. Per quanto riguarda i Virtual Statics hanno visto come vincitori i team Race Up Combustion dell’Università di Padova nella Classe 1C (vetture a combustione interna). Fast Charge dell’Università di Roma La Sapienza nella Classe 1E (vetture elettriche). E, infine, Ecurie Aix – Formula Student Team RWTH Aachen nella Classe 1D (driverless). Mentre, nel contest Beyond the Rules (evoluzione del regolamento di Formula SAE Italy) ha vinto il team Ecurie Aix Formula Student Team – RWTH Aachen.

Design for Future

Infine, il contest Design for Future: Dream your 2025 FSAE Italy Car ha visto primeggiare Joanneum Racing Graz di U.A.S. Graz. Il team si è aggiudicato uno slot gratuito per la prossima edizione di Formula SAE Italy. Al secondo posto MoRe Modena Racing dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Al terzo posto TUfast e-Technology di Munich, premiato con la partecipazione alla Early registration della prossima Formula SAE Italy.

Idee forti e ben strutturate

I 7 team partecipanti al contest sono stati giudicati secondo sei criteri di valutazione. Concept e originalità, rendering, sviluppo del modello e stile applicato, sviluppo del progetto, engineering, fattibilità del prodotto industriale. I criteri dello scoring sono stati pensati anche e soprattutto per spingere sulla componente di innovazione dei progetti. Proprio quest’ultima ha costituito un aspetto fondamentale per la determinazione dei vincitori, che hanno puntato su un’idea forte e ben strutturata. Il sistema di autonomous driving nel caso di Joanneum Racing Graz, hybrid powertrain per MoRe Modena Racing e una stazione di ricarica induttiva per TUfast.

Giorda: “Guardo con ottimismo al 2021”

“L’emergenza sanitaria ci ha impedito di organizzare il nostro tradizionale evento a Varano de’ Melegari. Ma non ha potuto fermare il nostro desiderio di coinvolgere gli studenti in iniziative che hanno prima di tutto una finalità educativa. Grazie all’entusiasmo dei team e al prezioso impegno dei giudici e del Comitato organizzatore di Formula SAE Italy, siamo riusciti a tradurre in realtà questo desiderio. Inoltre, abbiamo sperimentato modalità nuove che hanno permesso ai giovani futuri ingegneri di continuare a imparare divertendosi. Il bilancio è positivo e ci fa guardare con ottimismo al 2021. La speranza resta quella di poterci incontrare nuovamente in autodromo per la prossima avventura”. Le parole del direttore ANFIA Gianmarco Giorda.