IVECO_Treedom_Nuovo IVECO S-WAY LNG

Nell’ambito del proprio impegno verso la sostenibilità ambientale e sociale, il Mercato Italia del brand Iveco investe e diventa proprietario di Foresta Iveco. Una foresta composta da 300 alberi, di cui 270 alberi da piantare in diverse zone del mondo e 30 destinati al progetto agroforestale del Parco delle Chiese Rupestri in Basilicata. Un progetto che, ancora una volta, dimostra l’impegno di Iveco verso un futuro sempre più green del trasporto e dell’ambiente, coerentemente con la visione di sostenibilità del brand.

Foresta Iveco nasce grazie alla collaborazione con Treedom

La Foresta Iveco nasce grazie alla collaborazione con Treedom, la prima piattaforma web che permette di piantare un albero a distanza e seguire online la storia del progetto di cui fa parte. Dalla sua fondazione, avvenuta nel 2010 a Firenze, sono stati piantati oltre due milioni di alberi in Africa, America Latina, Asia e Italia. Tutti gli alberi vengono piantati direttamente da contadini locali e contribuiscono a produrre benefici ambientali, sociali ed economici.

Iveco si pone in prima linea nella lotta al cambiamento climatico

Insieme a Treedom, Iveco si pone in prima linea nella lotta al cambiamento climatico, investendo in benefici ambientali con la riduzione delle emissioni di CO2. Come noi, molti dei nostri clienti hanno intrapreso la strada verso la decarbonizzazione. Un traguardo raggiungibile attraverso l’impiego di nuove risorse, come il Bio-LNG. Una parte degli alberi, infatti, verrà donata – in virtù del programma Iveco Ambassador – ai clienti ambasciatori del biometano, che condividono l’impegno del brand nel gas naturale e contribuiscono a tutelare l’ambiente attraverso l’impiego dei nostri veicoli nelle proprie flotte”. Le parole di Mihai Daderlat, Iveco Italy Market Business Director

Foresta Iveco, saranno coinvolti Ecuador, Madagascar, Guatemala, Colombia e Tanzania

Nello specifico, il progetto Iveco (Foresta Iveco) coinvolgerà, oltre all’Italia, altri cinque paesi, quali Ecuador, Madagascar, Guatemala, Colombia e Tanzania. Tutti i progetti hanno l’obiettivo di includere le comunità locali, trasferire loro competenze e assicurare una lunga vita agli alberi, piantandoli nel posto adatto e per il giusto scopo. In modo da arricchire la biodiversità e monitorare, accompagnare e sostenere la cura degli alberi nei primi anni di vita.

Per ogni albero una pagina online

Ogni albero ha una pagina online. Viene geolocalizzato e fotografato. E, può essere regalato tramite messaggio o mail grazie a un codice di riconoscimento. Tale codice permetterà al proprietario di scegliere dove piantare il proprio albero e iniziare a seguire la storia del progetto di cui fa parte. Grazie a queste caratteristiche, gli alberi di Treedom creano un legame duraturo fra le persone. E, permettono, inoltre, alle aziende di agire per la salvaguardia dell’ambiente e delle comunità che lo abitano.

L’attività rientra nell’ambito di Plant the Future. Il progetto internazionale curato dal brand al fine di collaborare con organizzazioni di riforestazione per piantare una foresta Iveco internazionale. Inoltre, grazie al progetto, le realtà territoriali coinvolte godono anche di benefici sociali ed economici. Il tutto al fine di fornire un vero e proprio sostegno al tessuto economico locale e alla microimprenditorialità del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *