Ford Focus Ecoboost Hybr

Anche Ford guarda con convinzione verso l’elettrico e annuncia così una versione elettrificata della Focus, equipaggiata con il propulsore Ecoboost Hsbrid, che garantisce maggiore efficienza. Chi sceglierà la nuova Ford Focus Ecoboost Hybrid difficilmente potrà quindi restare deluso.

La tecnologia Mild-Hybrid da 48 volt consente di erogare 155 CV di potenza, abbinati a soli 93 g/km di emissioni di CO2 (NEDC). Questo garantisce un miglioramento del 17% nell’efficienza, rispetto alla combinazione precedente del motore benzina 1.5 EcoBoost da 150 CV e cambio manuale a sei marce (NEDC).

I vantaggi per chi sceglierà questo modello, già ordinabile da ora, sono importanti. “I nostri propulsori elettrificati sono progettati non solo per far risparmiare carburante, ma anche per aumentare il divertimento alla guida dei nostri modelli”, ha affermato Roelant de Waard, Vice President, Marketing, Sales & Service, Ford of Europe -. Focus EcoBoost Hybrid integra perfettamente energia elettrica e benzina, garantendo efficienza e prestazioni che, solo fino a pochi anni fa, sarebbero sembrate impossibili”.

Ford Focus Ecoboost Hybrid: l’ibrido senza rinunciare all’efficienza

La performance di potenza è doppia per la Focus 1.0 EcoBoost Hybrid da 155 CV rispetto a quella di un motore 2.0 benzina da 145 CV, disponibile per Focus solo 10 anni fa, ma con un miglioramento del 45% nell’efficienza dei consumi di carburante (NEDC).

Disponibile, per chi lo desidera, anche la versione con una potenza da 125 CV. Tutti i modelli Focus EcoBoost Hybrid sostituiscono l’alternatore standard del motore a benzina 1.0 EcoBoost con un sistema di starter/generator (BISG), consentendo il recupero e lo stoccaggio di energia, durante le decelerazioni del veicolo e la ricarica di un pacco batteria di ioni-litio da 48 volt, raffreddato ad aria.

La batteria in dotazione è da 48 volt ed è stata posizionata sotto il sedile del passeggero anteriore. Una scelta specifica, compiuta per garantire l’integrazione del propulsore ibrido senza dover sacrificare lo spazio di carico e per gli occupanti.

Il BISG funge anche da motore, integrandosi perfettamente con il motore, utilizza l’energia accumulata per fornire assistenza alla coppia elettrica del motore durante la guida e l’accelerazione normale, oltre a far funzionare le componenti elettriche del veicolo.

Per chi decide di sfruttare la modalità Sport, è possibile regolare immediatamente i parametri dell’auto, tra cui il pedale dell’acceleratore, il servosterzo elettronico e il controllo elettronico della stabilità. Non manca nemmeno la tecnologia Start&Stop, che consente di viaggiare in modo comodo con un risparmio di carburante ancora più elevato. Il motore può essere riavviato in soli 350 millisecondi.

Sia Focus EcoBoost Hybrid che i propulsori tradizionali a benzina 1.0 e 1.5 EcoBoost sono dotati della tecnologia di disattivazione dei cilindri che può arrestare automaticamente uno dei cilindri quando non è necessaria la piena capacità del motore. Sono comunque ancora disponibili i motori diesel 1.5 EcoBlue e 2.0 EcoBlue, abbinati a cambi automatici da 8 rapporti e 6 rapporti manuale.

Tecnologia al top

Tra i motivi che potrebbero spingere a optare per questa Ford c’è anche la ricca dotazione tecnologica. Spiccano il quadro strumenti LCD da 12.3’’ e l’innovativo Local Hazard Information. Questo sistema consente di essere avvisati in tempo reale di un eventuale pericolo (disponibile entro la fine dell’anno).

Il cluster digitale a 24-bit true color genera immagini e icone ad alta definizione, più intuitive e visualizzate nell’intero spettro cromatico. Una soluzione simile permette di stancare meno l’occhio e di leggere con facilità. Il quadro strumenti è inoltre in grado di adattarsi alle preferenze dell’utente e di dare quindi quelle informazioni in via prioritaria. Non manca la possibilità di ricevere il dato relativo all’utilizzo dell’energia elettrica. I conducenti possono vedere quanta energia elettrica è stata generata dal sistema Mild-Hybrid e monitorarne l’utilizzo sia che venga immagazzinata per la ricarica della batteria sia adoperata per favorire l’efficienza o le prestazioni.

La differenza rispetto al servizio fornito in passato è evidente. I precedenti sistemi di allerta per incidenti stradali facevano affidamento sui driver per inserire le informazioni al fine di generare avvisi. Questa nuova tecnologia Ford lavora invece in modo autonomo, senza alcuna necessità di interazione con il conducente.

Se dovessero verificarsi lungo il percorso situazioni come code, incidenti o carichi rovesciati, il conducente sarà immediatamente avvisato. Lo stesso accadrà anche in presenza di animali o pedoni. Il modem integrato FordPass Connect, di serie, consente inoltredi controllare da remoto più funzioni del veicolo da qualsiasi posizione. Per farlo basteranno lo smartphone e l’app FordPass. Pianificare un viaggio sarà quindi più semplice grazie al LiveTraffic, che informa sulla situazione che si troverà a breve.

Tramite ’app FordPass i clienti possono controllare una serie di funzioni tra cui il Door Lock/ Unlock, che consente l’accesso remoto alla vettura. Il Remote Start consente invece l’accensione da remoto per le versioni a trasmissione automatica da 8 rapporti. Utilissimi anche il Vehicle Locator e il Vehicle Status per ricevere informazioni relative ai livelli di carburante, dell’olio e del sistema antifurto.