Flotte aziendali
Flotte aziendali

Le grandi aziende italiane sono sempre più soddisfatte dei servizi di noleggio a lungo termine. Sempre più spesso li utilizzano per soddisfare le proprie esigenze di mobilità. Lo testimoniano i dati di mercato in continua crescita. Il noleggio a lungo termine nei primi 8 mesi del 2019 ha rappresentato il 14,4% dell’immatricolato automotive e muove ogni giorno quasi 1 milione di driver. I servizi più apprezzati dai fleet manager? La relazione commerciale, la gestione amministrativa, il customer service. Le aree da migliorare: marketing, information technology, consulenza e telematica.

La survey ” Noleggio&Qualità”

È questo il verdetto dei gestori delle flotte aziendali che emerge dalla survey “Noleggio&Qualità”. E’ stata presentata nel corso dell’evento Customer Centricity, organizzato dalla rivista Fleet Magazine con il patrocinio dell’Osservatorio Top Thousand (l’Osservatorio sulla mobilità aziendale), sulla soddisfazione dei fleet manager per i servizi di noleggio a lungo termine. La ricerca ha preso in considerazione 100 grandi aziende nazionali e multinazionali (con una flotta complessiva di 100.388 veicoli) per verificare il livello di qualità dei servizi offerti dalle società di long term percepito dai gestori delle flotte aziendali. In tutto, oltre 6.800 le risposte fornite.

Numeri

Sulla base dei riscontri ricevuti dai fleet manager, per ognuna delle 7 aree di attività identificate sono stati poi individuate le società di long term più apprezzate dalle aziende clienti e nel corso dell’evento sono stati consegnati i riconoscimenti. Per consentire un confronto più equilibrato tra gli operatori di diverse dimensioni, sono state considerate due diverse categorie. Le grandi società di noleggio (con una flotta di oltre 50.000 veicoli) e quelle medio-piccole (con flotta inferiore a tale soglia).

Sinole aree

· Relazione commerciale: premiate Arval e Alphabet, in particolare per la reperibilità e per la capacità di ascolto in caso di insoddisfazione del cliente.

· Gestione Amministrativa: Leasys, Car Server e Alphabet. Tra i servizi più apprezzati la gestione degli adempimenti previsti dall’articolo 94 del Codice della Strada e la chiarezza e comprensibilità dei documenti inviati.

· Information Technology: Ald Automotive e Europcar, particolare soddisfazione per l’usabilità dei portali e per la credibilità tecnologica e informatica del fornitore di servizi.

· Customer Service: Volkswagen Financial Service e Program. Personale facilmente raggiungibile (via telefono e email) e soddisfazione per la gestione sinistri sono i fiori all’occhiello dell’offerta delle due aziende premiate.

· Marketing: Volkswagen Financial Service e Program, apprezzate soprattutto per la capacità di coinvolgimento in eventi di presentazione di nuovi prodotti e servizi.

· Consulenza: ALD Automotive e Sifà. I fleet manager le hanno giudicate positivamente per la capacità di fornire preziose indicazioni sul Total Costo of Mobility e in tema di emissioni.

· Telematica: Arval e Free2Moove per la trasparenza delle informazioni fornite sulla presenza scatola nera.

Infine 4 sono state le menzioni speciali per altrettanti operatori, segnalati dai fleet manager per l’elevata qualità del servizio espresso in una specifica attività. Locauto per la gestione delle contravvenzioni, Leaseplan per la sicurezza sulle strade, Athlon Car Lease per la consegna delle vetture nuove e Leasys per la trasparenza delle comunicazioni relative ai dispositivi telematici.

Dichiarazioni

“Come conferma questa ricerca condotta sui fleet manager delle grandi aziende – spiega Gianfranco Martorelli, Presidente di Top Thousand – il generale gradimento delle grandi aziende per i servizi del noleggio a lungo termine è in costante crescita. I gestori delle flotte aziendali chiedono oggi di essere coinvolti sempre di più e di essere considerati come partner con cui definire soluzioni ad hoc per le specifiche esigenze di mobilità dell’azienda. Ampi margini di crescita si intravedono ancora nelle potenzialità ancora inespresse dell’offerta di servizi telematici, il cui maggiore utilizzo nei prossimi anni renderà le flotte sempre più connesse ed efficienti”.