Finlandia
Finlandia

In Finlandia è tutto pronto per la tradizionale festa del Juhannus. In tutto il Paese si celebra il giorno più lungo dell’anno, che segna l’inizio dell’estate e quindi anche delle vacanze.

Che cos’è lo Juhannus

Juhannus è un momento magico. Il sole, semplicemente, non tramonta e fa da scenario a grandi festeggiamenti. Si parla normalmente di falò e saune, oltre a barbecue, escursioni di pesca e gite in barca, anche se quest’anno le misure anti Coronavirus potrebbero cambiare un po’ le cose.

Storia

In base alla tradizione, divertirsi facendo rumore e bevendo molto si diceva che fosse un modo per attrarre a sé la buona sorte. Un potere esercitato sul fato anche grazie ai falò (“kokko” in finlandese). Venivano accesi durante le celebrazioni per allontanare gli spiriti cattivi e come augurio di un raccolto al termine della stagione. Secondo la mitologia del sole di mezzanotte, parte integrante del folklore finlandese, se una giovane ragazza ripone sette fiori appena colti sotto il guanciale prima di addormentarsi il giorno del solstizio d’estate, riuscirà a sognare il suo futuro fidanzato.

Notti in Finlandia

Il sole di mezzanotte si contrappone nei mesi estivi al buio inverno artico e tutti i pensieri tristi vanno quindi in letargo. Anche se è visibile solo a nord del circolo polare artico, le notti sono illuminate anche nelle regioni del sud della nazione. Anche Helsinki, situata sulla costa meridionale, è illuminata d’estate 24 ore su 24.