La Giornata Internazionale della Donna, meglio conosciuta come Festa della Donna, ricorre ogni anno l’8 marzo. La ricorrenza è stata introdotta in Italia dal 1922.

Festa della Donna: come nasce l’iniziativa

Sono tante le donne che amano ritrovarsi per festeggiare l’8 marzo, ma non tutte sanno l’origine della festa, Secondo una lunga tradizione si ritiene che in questa data si voglia celebrare il rogo di una presunta fabbrica di camicie Cotton (o Cottons) a New York, dove l‘8 marzo 1908 sarebbero morte centinaia di operaie. Una tragedia simile, a New York, effettivamente avvenne, ma il 25 marzo di 3 anni dopo.

La Giornata Internazionale della Donna è invece un’iniziativa nata per volontà “politica”. Tutto si deve fare risalire a quanto accadde a inizio secolo (1908) negli Stati Uniti, dove il Partito Socialista americano raccomandò a tutte le sezioni locali di “riservare l’ultima domenica di febbraio 1909 all’organizzazione di una manifestazione in favore del diritto di voto femminile“. Il primo “Women’s Day” venne festeggiato nel 1909.

Dal 1910 la tradizione si diffonde anche nei Paesi europei. Almeno inizialmente, però, la data scelta non era sempre la stessa.

L’8 marzo 1917 è però una data entrata di diritto nella storia: risale a quel giorno infatti l’inizio della Rivoluzione Russa di febbraio. Quattro anni dopo, il 14 giugno 1921, la Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste fissò all’8 marzo la “Giornata internazionale dell’operaia” e stabilì che quella data come riferimento per tutti i Paesi.

Festa della Donna: l’origine della ricorrenza in Italia

In Italia la Giornata Internazionale della Donna viene festeggiata per la prima volta nel 1922. L’iniziativa nasce su volere del Partito Comunista. Quell’anno, però, la ricorrenza non venne celebrata l’8 marzo, ma il 12, prima domenica successiva alla data fissata a livello internazionale.

Festa della Donna: perché si regala la mimosa

E’ ormai consuetudine regalare una mimosa in occasione della Festa della Donna. Ma come nasce questa tradizione? Non tutti però sanno che questa usanza è tipicamente italiana, mentre l’8 marzo si celebra praticamente in tutto ilmondo. Il tipo di fiore che avrebbe avuto la funzione di rendere omaggio al sesso femminile è stato scelto nel 1946, in occasione dell’assemblea dell’Udi (Unione donne italiane).

Una delle principali sostenitrici di questa idea era Teresa Mattei, ex partigiana e una delle più attive in difesa dei diritti delle donne.

Inizialmente, però, durante la riunione erano state avanzate anche altre proposte: anemoni, garofani e violetta. Quest’ultima, secondo i racconti dell’epoca, sarebbe stato ritenuto il fiore più rappresentativo della lunga tradizione della sinistra europea. La decisione definitiva venne presa attraverso una votazione tra i presenti: il numero maggiore di preferenze fu raccolto proprio dalla mimosa, che al termine della seconda guerra mondiale era più economica.

Il costo non è stata però l’unica ragione. La mimosa è infatti l’unico fiore che sboccia proprio a marzo. La sua crescita avviene in modo particolare: è infatti piuttosto fragile, ma riesce a svilupparsi anche in territori poco fertili.

Sulla scelta del fiore simbolo della Festa della Donna c’è però anche un’altra credenza. Secondo  gli Indiani d’America pare che i fiori della mimosa significhino forza e femminilità, quindi sono perfetti per la ricorrenza. C’è poi anche una voce piuttosto suggestiva: nella fabbrica bruciata nel 1908, sembra fosse presente proprio un albero di mimosa.

3 COMMENTS

  1. Good day! I know this is somewhat off topic but I was wondering which blog platform are you using for this site? I’m getting tired of WordPress because I’ve had problems with hackers and I’m looking at alternatives for another platform. I would be fantastic if you could point me in the direction of a good platform.

  2. I’ve been browsing online more than 4 hours today, yet I never found any interesting article like yours. It’s pretty worth enough for me. In my opinion, if all site owners and bloggers made good content as you did, the net will be a lot more useful than ever before.