Allacciate le cinture, il volo “Paranoia Airlines” sta per decollare. Uscirà infatti venerdì prossimo il nuovo album da solista di Fedez, che torna con un nuovo progetto dopo la parentesi in coppia con J Ax e il fortunatissimo “Comunisti col Rolex”. Anticipato dal singolo Prima di ogni cosa (già disco d’oro, con oltre 6 mln di stream su Spotify e 12 mln di visualizzazioni su YouTube), e contenente 16 brani inediti e diverse collaborazioni con artisti del panorama nazionale e internazionale (tra questi, Zara Larsson, Lp, Annalisa ed Emis Killa), Paranoia Airlines è stato presentato nelle scorse ore a Milano nella suggestiva location dello scalo aeroportuale di Linate.

Un disco introspettivo

Dopo tre anni vissuti in coppia, sentivo l’esigenza di tornare in studio e lavorare da solo – ha dichiarato in conferenza stampa Fedez – Nasce da una libertà che mi è stata data, ovvero quella di poter realizzare un progetto che non rispondesse a logiche di mercato e competizione. Questo mi ha permesso di esprimermi in totale libertà, sperimentando non quello che ci si sarebbe aspettato che io facessi, ma quello che realmente volevo fare. Per me si tratta di un un lavoro introspettivo, e al primo ascolto può risultare più cupo rispetto ai miei precedenti progetti. E’ stata come una terapia per me, tanto che una volta finito il disco, mi sono sentito molto più consapevole e ho capito come affrontare molti lati d’ombra del mio carattere”.

L’importanza di Chiara

Ho voglia di vivere di più il presente, godermi la vita personale senza avere l’assillo del futuro – ha continuato il rapper – In questo Chiara è bravissima, lei è quella che riesce a farmi vedere mezzo pieno il bicchiere che io vedo sempre mezzo vuoto. Io a Sanremo? Ci andrei pure, ma mi cago sotto e me la vivrei molto male. Quando ho accompagnato Lorenzo Fragola, mi sono visto nei suoi panni e ho pensato che non ce l’avrei fatta. Tra i miei punti deboli c’è infatti quello che ho tremendamente paura di cantare in tv”.

L’instore tour e le date nei palazzetti

L’uscita dell’album precede un tour nei palazzetti, che partirà da marzo e che vede già il tutto esaurito per la data di Milano (“ma stiamo cercando di organizzarne un’altra”, ha rivelato l’artista), e il “Paranoia Airlines Instore Tour 2019”: un mini giro d’Italia per il classico firma copie, che partirà da Milano venerdì prossimo in occasione dell’uscita del disco.

Queste le date del Paranoia Instore Tour

26 gennaio, Torino 

27 gennaio a Torri di Quartesolo (Vicenza)

28 gennaio a Bologna

29 gennaio a Roma

30 gennaio a Marcianise (Caserta)

31 gennaio a Pontecagnano (Salerno) e a Faiano (Salerno)

1 febbraio a Mesagne (Brindisi)

2 febbraio a Borgo Incoronata (Foggia)

3 febbraio a Città Sant’Angelo (Pescara)

6 febbraio a Corciano (Perugia)

7 febbraio a Savignano sul Rubicone (Forlì-Cesena)

8 febbraio a Conegliano (Treviso)

9 febbraio a Orio al Serio

10 febbraio a Genova

13 febbraio a Grancia (Svizzera)

14 febbraio a Sestu (Cagliari)

15 febbraio a Misterbianco (Catania)

16 febbraio a Palermo

Queste le date del tour 2019 di Fedez nei palazzetti:

15 Marzo a Firenze, Nelson Mandela Forum

16 Marzo a Torino, Pala Alpitour

21 Marzo a Bologna, Unipol Arena

23 Marzo a Montichiari (BS), PalaGeorge

28 Marzo ad Ancona, PalaRossini

30 Marzo ad Eboli, PalaSele

2 Aprile ad Acireale, Pal’Art Hotel

5 Aprile a Roma, PalaLottomatica

8 Aprile a Milano, Mediolanum Forum SOLD OUT

13 Aprile a Padova, Kioene Arena

14 Aprile a Conegliano, Zoppas Arena