Exhibeation
Exhibeation

Arte e musica sapientemente unite per dare vita ad un’esperienza audiovisiva senza precedenti. A Milano, nella centralissima via Torino, il 18 settembre sarà inaugurato “Exhibeation”, un salotto urbano e moderno dedicato interamente all’arte, ai vinili e alla convivialità. Un progetto unico nel suo genere dove gli avventori, tra degustazioni di ottimi vini e ricercati cocktail, potranno rilassarsi in un’atmosfera originale, fuori dagli schemi, e innovativa.

Che cos’è Exhibeation

Innovativa come l’idea nata dall’Art Director Beppe Treccia e dal Dj/Producer Nicola Daniele, che hanno deciso di rivoluzionare il tradizionale concetto di galleria d’arte proponendo un format unico nella metropoli milanese. “Exhibeation” rappresenta un melting pot di creatività: mensilmente, infatti, lo spazio di via Torino ospiterà grandi artisti italiani ed internazionali della scena attuale. Dal mondo dell’illustrazione, alla pittura, passando per la Street Art e la Digital Art.

Vinili

Ogni appuntamento sarà caratterizzato da una mostra accompagnata da un dj set di soli vinili. Gli artisti protagonisti dell’esposizione realizzeranno per l’occasione una serie limitata e numerata di copertine d’autore, in collaborazione con la neo nata etichetta white label “FRESCOEDITS”, distribuita nei migliori record stores. Ogni vinile così personalizzato della serie LIMITED sarà un pezzo d’arte che potrà poi essere acquistato in loco durante la mostra, oppure online. La prima mostra in programma, il 18 settembre, sarà “Kill Your Idols”, un progetto di Thomas Raimondi, Michele Guidarini, Stefano Cerioli.

Kill your idols

KILL YOUR IDOLS vuole essere un percorso visivo, una mostra d’arte No-Wave, un insieme di immagini differenti per stile ma simili per vocazione. Il percorso singolo di tre artisti che confluisce in uno spazio comune. Una bolla di confronto esplosa, nella quale le tre visioni si uniscono per crearne una nuova. L’allestimento è concepito per valorizzare sia il lavoro individuale e la poetica del singolo sia il progetto collettivo nella sua armonica interezza. Non solo disegni e tele ma anche luci, oggetti, sculture, musica, potranno arricchire la mise-en-scène con l’obbiettivo di rendere il luogo espositivo un racconto per immagini e sensazioni.