EMCE Energica Motor - credit Marcello Mannoni

Energica Motor Company S.p.A. presenta il motore EMCE, il nuovo motore elettrico creato in co-engeneering con Mavel, azienda italiana. Fin dalla sua nascita, la casa motoristica modenese ha puntato sulla creazione di motociclette tecnologicamente all’avanguardia. Tant’è che le competenze di Energica l’hanno portata ad essere tutt’oggi il fornitore unico del campionato FIM Enel MotoE World Cup.

EMCE, picco di potenza pari a 126 kW a 8500 rpm

Il nome del nuovo motore EMCE è l’acronimo di Energica Mavel co-engeneering e nasce come espressione diretta del know-how della casa motociclistica modenese, che punta costantemente sull’innovazione tecnologica. Con picco di potenza pari a 126 kW a 8500 rpm e raffreddamento a liquido, EMCE garantisce maggiori performance, si alleggerisce di 10 kg e aumenta l’autonomia tra il 5 e il 10%.

Testoni, CTO di Energica Motor Company: “EMCE un progetto nato in 6 mesi”

“L’innovazione è il main core del nostro dipartimento tecnico che, insieme a Mavel, ha definito una proficua collaborazione per spingersi oltre i limiti dell’attuale tecnologia, migliorando ulteriormente un prodotto già altamente performante”. Le prime parole di Giampiero Testoni, CTO di Energica Motor Company S.p.A. “L’introduzione nel mercato del nuovo motore EMCE – prosegue – era prevista per il MY2022. Ma a seguito delle difficoltà della nostra supply chain – per effetto della situazione pandemica mondiale – abbiamo deciso di anticipare i tempi. E, in soli 6 mesi abbiamo sviluppato questo progetto di co-engeneering con Mavel, fino all’attuale produzione”

In merito al progetto di co-engeneering tra le due società, Davide Bettoni, CEO di Mavel, afferma: “Credo molto nella collaborazione tra Energica e Mavel. Due aziende proiettate nel futuro, con tecnologie complementari e visioni convergenti. Sono anche orgoglioso che due realtà come le nostre, che investono sulle persone, contribuiscano a sostenere un futuro di modernità e sviluppo per il nostro paese”.

Caratteristiche del motore

Geometrie innovative di rotori e statori che minimizzano le perdite di energia e massimizzano le prestazioni.  L’uniformità della coppia erogata e l’ottimizzazione dei pesi rendono il motore unico nella densità di potenza e coppia e consentono l’ottimizzazione dei processi produttivi.

Sistema di raffreddamento del rotore, innovativo e brevettato, in grado di generare un flusso interno di aria che lambisce i magneti e li raffredda. Consentendo al motore di sfruttare le proprie potenzialità anche ad alte velocità.

Algoritmi di controllo adattivi con i quali l’inverter sia sempre in grado di far funzionare il sistema nel modo più efficiente possibile.

Sensoristica brevettata in grado, tra le altre cose, di raccogliere ed immagazzinare i dati operativi del motore per prevederne l’insorgere di un eventuale guasto meccanico.

Grazie alla produzione locale, sarà possibile accorciare i tempi di realizzazione dei motori Energica e sopperire ai ritardi dovuti al contesto pandemia mondiale. Il motore EMCE sarà in primo luogo disponibile in tutta Europa e negli USA. Mentre per il mercato APAC l’arrivo è previso il prossimo autunno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *