Dunlop
Dunlop

Il nuovo pneumatico di Geomax Enduro EN91 completa la già ampia gamma fuoristrada con un innovativo disegno del battistrada. Presenta tasselli esagonali per un comportamento più agile su sabbia e fango, riducendo così lo sforzo dei piloti. Dunlop ha messo a punto una nuova mescola ad alte prestazioni. Massimizza l’aderenza sui terreni rocciosi, migliorando in maniera significativa le proprietà di assorbimento del pneumatico e aumentando la sua resistenza.

Dunlop, novità

Per il posteriore è stata sviluppata la tecnologia Tilt Crown Block. E’ in grado di garantire una maggiore aderenza su terreni duri grazie ai blocchi inclinati che migliorano la presa nel terreno, favoriscono la stabilità direzionale e aumentano la trazione. Inoltre, nella costruzione è stato incorporato la tecnologia brevettata Casing Tension Control System (sistema di controllo della tensione della carcassa) di Dunlop. Permette di ottenere una maggiore aderenza su ogni tipo di terreno.

Info utili

Il pneumatico Dunlop Geomax Enduro EN91 è disponibile nelle versioni 90/90-21 all’anteriore e 120/90-18 o 140/80-18 al posteriore. Dunlop è un partner tecnico fondamentale per i team che partecipano alla Sei Giorni Internazionale di Enduro (ISDE) 2019 e ha messo a disposizione dei top team e dei loro piloti il nuovissimo Geomax Enduro EN91, che al momento sta guidando la classifica. Le lontane origini dell‘ISDE, la Six Day Trial, risalgono a più di un secolo fa: l’edizione del 1913 fu il primo evento in cui i migliori piloti di moto in fuoristrada furono invitati da tutto il mondo a gareggiare per i colori della loro nazione.

Dichiarazioni

Luca Davide Andreoni, Responsabile Marketing di Dunlop Motorcycle Europa, ha spiegato: “Le lunghe tappe dell’ISDE prevedono che i piloti debbano affrontare una grande varietà di terreni. Pertanto, avere pneumatici in grado di affrontare il fango, la sabbia e le rocce è fondamentale per ottenere un buon risultato. Il Geomax Enduro EN91 sintetizza la grande esperienza di Dunlop in un pacchetto che offre i massimi livelli di prestazioni e di durata e che è stato lanciato in tempo per permettere ai team e ai piloti di affrontare le sfide dell’ISDE”.