Dole
Dole

Domenica 29 settembre è la Giornata Mondiale per il Cuore-GMC. L’obiettivo è informare e sensibilizzare la popolazione sull’importanza di un’efficace prevenzione delle malattie cardiovascolari che, ancora oggi, sono la prima causa di morte degli adulti di mezza età in Italia e nel mondo.

La giornata mondiale per il cuore

La prevenzione è importante. Parte dai gesti e dalle abitudini quotidiane. A partire dall’alimentazione. E’ fondamentale acquisire maggiore consapevolezza di quello che viene portato in tavola e comunque consumato nell’arco della giornata. Molti elementi nutritivi racchiusi nella frutta e nella verdura fresche sarebbero di grande aiuto, contribuendo a tenere sotto controllo la pressione del sangue e ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo e lo stress ossidativo. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, una sana ed equilibrata alimentazione potrebbe prevenire circa 1/3 delle malattie cardiovascolari.

I consigli di Dole

Dole, tra i maggiori produttori e distributori al mondo di frutta e verdura fresche di alta qualità, fornisce alcuni consigli per migliorare il proprio benessere. Aiuta infattia vivere in serenità e a lungo e a sostenere il buon funzionamento del cuore. Attenzione all’alimentazione e mantenere corpo e mente attivi, attraverso esercizio fisico, yoga o meditazione, permettono di mantenere il peso forma, alleviare lo stress e ridurre la pressione arteriosa. Del resto, così buona, con i suoi colori vivaci, naturalmente dolce e piacevolmente fresca, è facile amare la frutta fresca e aggiungerne di più alla dieta è semplicissimo. Ricordando che consumare almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura consente di fare il pieno di fibre e nutrienti preziosi per la salute del cuore.

Frutta e verdura

Ecco gli elementi nutritivi contenuti in diverse tipologie di frutta e verdura. Non dovremmo mai farnee a meno per prevenire malattie cardiovascolari nutrendo il nostro cuore in modo adeguato.

Potassio: contribuisce a normalizzare la pressione sanguigna, è contenuto in banane, prugne, kiwi, patate, zucchine, broccoli e fagioli.

Acido Folico: riduce il livello nel sangue dell’omocisteina la quale, se troppo alta, può portare all’ostruzione delle arterie. Ne sono ricchi arance, spinaci, broccoli e asparagi.

Fibre: abbassano i livelli di colesterolo cattivo LDL e aiutano a diminuire il rischio di malattie cardiache. Ottime fonti di fibre sono prugne, datteri, pere, mele, piccoli frutti, piselli, fagioli e cereali integrali.

Antiossidanti: prevengono lo stress ossidativo e si trovano in ananas, kiwi, prugne, mele, cavoletti di Bruxelles, peperoni rossi, pomodori e spinaci.