Nissan Leaf

Importanti numeri negativi sul tema revisioni auto, così come grande e gravoso è l’impatto della pandemia in tutto il mondo. Si parla di 892,7 milioni di euro. È questa la cifra che gli italiani hanno speso nel 2020 per far revisionare le loro auto presso le officine private autorizzate. Rispetto al 2019, quando la spesa per revisionare le macchine ammontava a 959,6 milioni di euro, vi è stato un calo del 7%.

A pesare sul calo è la chiusura da marzo a maggio

Questa importante contrazione della spesa è da attribuire essenzialmente ad una riduzione delle revisioni auto. I numeri chiariscono: 13.348.606 contro i 14.348.718 del 2019 (-7%). Il calo delle revisioni è dovuto in particolare alle limitazioni degli spostamenti durante il lockdown generalizzato durante la primavera scorsa (marzo-maggio). Tali limitazioni hanno portato, quindi, all’impossibilità per molti automobilisti di portare i mezzi alla revisione in tempo, o comunque alla necessità di posticiparne la scadenza. I dati fin qui citati emergono da un’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec su informazioni del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Revisioni auto, Calabria registra quasi l’11%

L’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec fornisce anche un prospetto sulla spesa per le revisioni auto nelle regioni italiane. Ne emerge che la regione che nel 2020 ha registrato il maggiore calo della spesa rispetto al 2019 è la Calabria (-10,6%). Alla Calabria seguono la Sicilia e la Liguria (ex aequo con il -9,8%), la Campania (-9,7%) e il Lazio (-9,2%). In coda alla graduatoria, e quindi con il calo più contenuto della spesa, ci sono invece il Friuli Venezia Giulia (-4,6%), l’Emilia Romagna (-4,5%), il Trentino Alto Adige (-3,8%) e il Veneto (-3,4%).

2 pensiero su “Covid, calata del 7% la spesa per le revisioni auto nel 2020”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *