Coronavirus
Coronavirus

La Direzione Generale della prevenzione sanitaria del Ministero della salute ha pubblicato le modalità di prevenzione da Coronavirus per tutti quelli che rientrano in Italia dai Paesi considerati più a rischio.

Coronavirus, l’ordinanza

“L’ordinanza del ministro della Salute 12 agosto 2020 prevede, dal 13 agosto, per i soggetti residenti o domiciliati, anche temporaneamente, in Lombardia i quali fanno ingresso nel territorio regionale, che nei 14 giorni antecedenti all’ingresso in Italia abbiano soggiornato o siano transitate negli Stati di Malta, Croazia, Spagna e Grecia devono: presentare alle autorità competenti una certificazione. Deve attestare che, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, si siano sottoposti a un test molecolare o antigenico. Deve essere effettuato per mezzo di tampone con esito negativo. Oppure sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’azienda sanitaria locale di riferimento. In attesa di sottoporsi al test presso l’azienda sanitaria locale di riferimento si deve osservare l’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora”.

Tamponi in 24 ore

Molti italiani hanno deciso di trascorrere le loro vacanze all’Estero. Il rientro rischia di essere burrascoso. Alcuni aeroporti si sono attrezzati con aree esterne attrezzare per effettuare i Tamponi COVID 19. Le attese però sono lunghe e complesse, complice il caldo di questi giorni. Unisalus risponde alle tante richieste anche di persone che, ancora all’estero, si stanno organizzando prima del rientro. Si può prenotare il Tampone con esito in 24 ore, in modo tale da ottimizzare i tempi anche del rientro al lavoro”.