Cityscoot

Cityscoot, start-up francese di scooter sharing a flusso libero ed emissioni zero, è nata solo recentement, ma sta vivendo un porcesso di crescita costante. Lo sbarco in Italia, dove è al momento presente a Milano e Roma, è stato quindi quasi naturale. Proprio nel capoluogo lombardo il gradimento nei confronti di questo servizio è più che positivo. Per rispondere a una domanda che si sta facendo più imponente si è così deciso di ampliare la flotta disponibile. Nella città del Duomo si arriverà così a 1.500 mezzi disponibili nelle prossime settimane.

Grazie a questa scelta così importante Cityscoot si conferma l’operatore con la più alta densità di mezzi su Milano. Non solo: è anche quello con la copertura più ampia del territorio cittadino, raggiungendo anche zone periferiche.

Cityscoot – Un servizio per spostarsi in modo pratico e sostenibile

Ma quali sono i motivi che potrebbero spingere gli utenti a propendere per un servizio come Cityscoot? In una metropoli come Milano il traffico, soprattutto nelle ore di punta raggiunge livelli decisamente elevati. Per questo poter contare su un mezzo pratico come uno scooter elettrico può essere utile. Destreggiarsi tra le varie auto in coda può essere così quasi un gioco da ragazzi. Ma c’è anche un altro aspetto da non sottovalutare: si dà così un contributo tangibile nei confronti dell’ambiente con un veicolo che garantisce emissioni ridotte.

A sottolineare la soddisfazione per il gradimento ottenuto tra i milanesi è Gianni Galluccio, General Manager Cityscoot Italia. “Milano è una città che crede nella mobilità sostenibile e che ha risposto da subito in modo positivo alla possibilità di utilizzare mezzi in sharing. In un momento come quello che stiamo vivendo, in cui è in atto un ripensamento profondo della mobilità e del modo di vivere la città, questo ulteriore ampliamento della flotta intende sostenere quei cittadini che hanno visto in Cityscoot un’alternativa valida all’utilizzo dell’automobile e un modo rapido e sostenibile per spostarsi a Milano“.

La tutela della salute al primo posto

Non manca inoltre la volontà di tutelare la salute dei cittadini che usufruiscono del servizio, tanto fondamentale in questo periodo di ripartenza post-Covid. Cityscoot ha infatti deciso di seguire un protocollo di sanificazione molto accurato, in conformità con quanto richiesto dalle normative vigenti.

Tutti gli scooter in circolazione vengono infatti sanificati regolarmente dal personale con disinfettanti a base alcolica. Un procedimento che viene seguito anche per i caschi, che vengono comunque forniti con le cuffiette telate. I clienti sono inoltre chiamati a utilizzare i mezzi solo con i guanti, cosi come prevedono le norme in vigore.