Seat belt

Ci sono centinaia di parti che lavorano insieme per mantenere la tua auto sulla strada e molte persone non ne sono consapevoli. Le cinture che fanno funzionare la tua auto sono un perfetto esempio e se non ne sei a conoscenza allora questo articolo fa per te.

Perché le cinture sono importanti?

La cinghia a serpentina, la cinghia di trasmissione o la cinghia trapezoidale è una cinghia di gomma che collega l’alternatore, il servosterzo e l’AC alla parte del motore. La cinghia a serpentina è una cinghia lunga e avvolgente che mantiene l’alternatore, la pompa del servosterzo, il condizionatore d’aria e, in alcuni casi, la pompa dell’acqua in modo fluido e impressionante. Senza la cintura a serpentina la batteria non verrà caricata. La cinghia a serpentina è anche nota come “cinghia di trasmissione”.

Proprio così, anche la cintura di sicurezza è molto importante per la nostra sicurezza. I passeggeri di un veicolo che non indossano la cintura di sicurezza possono diventare proiettili durante un incidente. I passeggeri slegati possono essere facilmente espulsi dai finestrini anteriori, posteriori o laterali, provocando direttamente la morte. Se una persona indossa la cintura di sicurezza adeguata, le sue possibilità di sopravvivere a questo tipo di incidente aumentano.

E se la cintura di sicurezza si rompe?

A causa dell’elevata quantità di calore generata nel motore, la cinghia può sviluppare crepe nel tempo e alla fine si romperà. Se una cinghia a serpentina si consuma, viene danneggiata, contaminata o si rompe, gli accessori del motore non saranno in grado di ruotare alla velocità corretta, con conseguente diminuzione della potenza del sistema elettrico. Ciò può portare a un’improvvisa perdita di servoassistenza per il sistema di sterzo, con la conseguenza che il volante diventa improvvisamente molto difficile da girare. Una cinghia a serpentina rotta potrebbe impedire alla pompa dell’acqua di far circolare il refrigerante attraverso il sistema di raffreddamento, provocando il surriscaldamento del motore. E potrebbe impedire all’alternatore di generare energia per azionare i sistemi elettrici / elettronici del veicolo e ricaricare la batteria: i fari si oscureranno, la radio non funzionerà e la batteria si spegnerà.

Il manuale del proprietario ti consiglierà quando sostituire la cinghia a serpentina, ma la maggior parte dei produttori di veicoli consiglia l’ispezione e la sostituzione della cinghia a serpentina tra 60.000 e 90.000 miglia. I progressi nella tecnologia dei materiali consentono ad alcune cinghie di durare più di 100k miglia. I tecnici di State Street Auto Repair possono ispezionare la cinghia per rilevare eventuali crepe e misurare lo spessore per determinare se è vicino al guasto. Ispezionare e sostituire regolarmente la cintura a serpentina ti salverà da un guasto pericoloso.

Dove possiamo trovare una cintura di sicurezza?

Se la cinghia a serpentina invecchia e si consuma, le parti in gomma potrebbero staccarsi, causando la rottura, l’abrasione o lo scivolamento della cinghia.

Pertanto, è sempre necessario preoccuparsi della salute dei pezzi in auto..Su Internet puoi trovare molte offerte dove puoi ordinare cinghie dentate, cinghie del generatore e così via.Diamo un’occhiata a due negozi online. Rexbo è un negozio online internazionale con consegna sia in Italia che in tutta Europa. Il vantaggio di Rexbo.it è un comodo catalogo che ti permette di scegliere tu stesso una parte.Puoi anche inserire tu stesso la marca della tua auto e vedere tutte le parti adatte.Il secondo negozio online è tuttoricambisas.it. È un negozio online locale con sede a Catania. Il negozio funziona su base individuale. Puoi contattare il responsabile che selezionerà per te il ricambio necessario.Quindi, puoi scegliere ciò che è più comodo per te: scegliere te stesso o con l’aiuto di un manager.

Di Luca Talotta

Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *