Bruxelles
Bruxelles

Cosa si mangia a Bruxelles? Non solo cozze e patatine fritte! Nata da una originale rielaborazione della tradizione francese, la cucina belga offre un’ampia varietà di portate di carne, proveniente dalle pianure del Brabante, e di pesce del Mare del Nord: il risultato è un’offerta di tutto rispetto, che spazia dalle elaborate ricette dei ristoranti stellati alle tentazioni del finger food di strada. Un patrimonio spesso sottovalutato, a cui Visit Brussels dedica l’8° edizione di “eat! BRUSSELS, drink! BORDEAUX!”, rassegna enogastronomica riservata alle buone forchette, che si svolgerà dal 5 all’8 settembre.

Bruxelles, si mangia

Tutti i giorni, dalle 12 alle 23 (domenica 8 settembre dalle 12 alle 21:30) più di 30 tra i migliori chef e pasticceri della città si alterneranno negli stand allestiti all’interno del Parc de Bruxelles, il cuore verde della Capitale. Serviranno le specialità più famose della tradizione locale, tratte direttamente dai menù dei loro prestigiosi ristoranti. Sarà così possibile assaggiare i migliori piatti che Bruxelles è in grado di offrire, al prezzo esclusivo di 9 euro a portata. Ospite d’onore della rassegna anche quest’anno sarà il vino Bordeaux, grazie alla partecipazione di oltre 50 aziende, tra cantine e distributori. Metteranno il prezioso nettare a disposizione degli chef per creare inediti quanto inebrianti abbinamenti.

Un po’ di Italia

Ci sarà spazio anche per un po’ di Italia. All’evento, infatti, parteciperanno gli chef Ugo Federico (da Capri) e Francesco Cury (da Firenze). Da qualche anno a questa parte stanno riscuotendo un grande successo nella panorama locale con la loro cucina italiana, all’insegna di pasta fresca preparata rigorosamente a mano e buon vino. I loro primi piatti, ispirati alle ricette delle nonne, si basano sull’utilizzo di verdure di stagione e pescato di giornata, nel pieno rispetto della tradizione mediterranea più autentica. Un’altra bandiera tricolore al festival sarà quella di Luigi Ciciriello, titolare del ristorante “La Truffe Noire”. E’ pronto a deliziare il palato con i sublimi piatti a base di tartufo che hanno reso il suo locale uno dei più rinomati della città.