Comincia a Berlino la storia di Bosch Coup, servizio che propone lo scooter sharing elettrico.

QUANDO VUOI, COME VUOI

coup-e-scooter-sharing-by-bosch-3Coup, società interamente controllata da Bosch, offre una nuova opzione di mobilità. Concesso agli utenti di localizzare lo scooter elettrico più vicino quando vogliono, prenotarlo e saltare subito in sella. Al termine della tratta può essere posteggiato dove si preferisce all’interno del centro città. “Con Coup per la prima volta Bosch si cimenta in attività di gestione al dettaglio nel settore mobilità, creando un nuovo marchio indipendente”, ha affermato Markus Heyn, membro del Board del Gruppo Bosch. L’offerta iniziale comprende 200 scooter elettrici e connessi del produttore taiwanese Gogoro.

LE SFIDE DI OGGI

Code e ricerca di parcheggio. Una sfida quotidiana per chi vive nelle grandi città.  “Coup aiuterà a superare le sfide della mobilità urbana, ha continuato Heyn. “In particolare sono i più giovani a voler essere più flessibili negli spostamenti, ma non per questo obbligati ad avere un’auto propria. Le richieste e le necessità di mobilità si stanno trasformando e Bosch vuole partecipare alla realizzazione di questi cambiamenti con le proprie soluzioni di servizi per la mobilità”. L’azienda sta già sviluppando soluzioni per l’utilizzo di parcheggi connessi e la gestione delle flotte su cloud. Un’app consentirà inoltre di fruire in modo multimodale di un’assistente alla mobilità. Il nuovo servizio disharing Coup è un nuovo tassello del settore Mobility Solutions.

FORMULA SEMPLICE

Messi inizialmente a disposizione, in alcuni quartieri berlinesi (Mitte, Prenzlauer Berg, Friedrichshain e Kreuzberg), 200 scooter in grado di raggiungere una velocità massima di 45 km/h. Richiesto per il loro utilizzo un’età superiore ai 21 anni. Sotto il sedile un vano per il casco e due batterie sostituibili. Di circa 100 km l’autonomia di percorrenza, Coup esenterà il cliente dall’incombenza di ricaricare il veicolo. Il costo del noleggio si basa su tariffe flat di 3 euro per 30 minuti o 20 euro per l’intera giornata. Il servizio è gestito tramite un’app dedicata, con cui lo scooter viene trovato, prenotato e pagato facilmente. Anche l’apertura del vano porta casco e l’accensione avvengono tramite lo smartphone, collegato allo scooter tramite Bluetooth.

TRIPLICE ALLEANZA

Bosch ha lavorato fianco a fianco con Gogoro e BCG Digital Ventures, società affiliata del Boston Consulting Group. “Assieme abbiamo lavorato a Coup secondo il principio MVP, Minimum Viable Product, entrando subito nel mercato con una versione di base, per poter poi sviluppare ulteriormente il prodotto grazie agli utenti e seguendo il metodo test and learn”, ha commentato Mat Schubert, responsabile per Bosch per il progetto Mobility Services e AD della Coup GmbH. “A breve sapremo in quali aree della città è presente una domanda maggiore e sulla base di queste informazioni miglioreremo ulteriormente il nostro servizio”, ha concluso.

 

Di Luca Talotta

Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *