Barbara Cavaleri

E’ uscito “Come una stella – Novastar”, l’album di inediti della cantautrice Barbara Cavaleri. E’ disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download.

“Come una stella – Novastar”

L’album dal sound elettropop fa da sfondo alla voce delicata della cantautrice, che guida l’ascoltatore in un mondo futuristico chiamato Novastar, visto dagli occhi della protagonista. Le canzoni raccontano i problemi che affliggono la società e che inevitabilmente si riversano anche sulle persone e sul loro modo di agire e comportarsi. È stato anticipato dal singolo “In Lattina” uscito il 16 gennaio. La produzione artistica è di Fabio Mecuri e Simone Pirovano. Distribuito da Beatrising.com. Questa la tracklist dell’album: “In lattina”, “Quello che sei”, “Body Not Soul”, “Bomba 6170”, “Contemporaneo”, “Come una stella”, “Ballare fino al mattino”, “Le parole”.

Chi è Barbara Cavaleri

Barbara Cavaleri comincia il suo percorso studiando e cantando in diversi ambiti (classica, pop, gospel, soul, jazz, performing arts). Come interprete, pubblica il suo primo album “Ad un passo dal sogno” nel 2007 (Lagash-Edel- Bollettino Edizioni). Finito il tour promozionale, scrive per Ray The Project e collabora con Ugo de Crescenzo e Marcello Testa; l’album “Someone’ Speaking” viene pubblicato in Europa e Giappone e promosso in UK (Casaluna Records, Emi Edizioni 2008). Dal 2008 al 2011 si stabilisce a Londra dove continua a collaborare con realtà folk locali, si esibisce su diversi palchi della città, studia alla Goldsmiths University e scrive il suo nuovo lavoro. Nel 2014 pubblica “So Rare”, suo disco da cantautrice, prodotto da Leziero Rescigno (La Crus, Amor Fou, Mauro Ermanno Giovanardi). Barbara è la voce e l’autrice del progetto elettronico “Gente Eyes in the Gloom” (2019, Prismopaco Records). Collabora al progetto di Alex Cremonesi, “La prosecuzione della poesia con altri mezzi” (Riff Records, 2019). Lavora come autrice di testi e melodie in ambito cinematografico e nell’ambito del VoiceOver. La voce rimane il suo primo strumento creativo, messo a disposizione anche nell’ambito dell’insegnamento della produzione vocale, e di musica e canto presso diversi istituti e accademie nazionali.

L’intervista

“Come una stella è nato abbastanza inaspettatamente, dopo un periodo di scrittura dal quale però per scelta non è stato pubblicato niente. Quando ho iniziato a lavorarci ho capito subito che poteva essere qualcosa di concreto e da cui sviluppare un concept. L’obiettivo è narrare di una realtà futuristica e immaginaria. Volevo parlare di qualcosa che mi sta a cuore, anche se non è autobiografico. Non vuole essere una critica alla società fine a se stessa. Tutto va verso la perfezione ma al di fuori delle mura c’è chi viene escluse e subisce”.

Passato e futuro

“Sono contenta di quello che sono riuscita a fare, con grande autonomia, che è motivo d’orgoglio. Ho lavorato con grandi autori, musicisti e produttori. Ora il sogno nel cassetto è mantenere e realizzare il percorso fatto. Non sappiamo quale sarà il futuro in questo momento in cui siamo tutti chiusi in casa. Ma voglio mantenere il rapporto e l’incontro col pubblico, di persona o virtualmente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *