Azzurra Lorenzini

Azzurra Lorenzini non ce l’ha fatta. Se ne è andata a soli 32 anni a causa di un male contro cui da tempo combatteva con grande coraggio e fede. Da questa malattia è nato il brano “LETTO 23”. Lo staff dell’artista continuerà a portare avanti il progetto tanto caro a lei, con impegno e amore. I proventi della vendita della canzone saranno devoluti all’Associazione “I Discepoli di Padre Pio” di Irene Gaeta che si sta occupando della costruzione di un ospedale e centro di ricerca per i tumori ai bambini, in Calabria, chiamato La Cittadella di Padre Pio.

Letto 23 di Azzurra Lorenzini

Letto 23” brano scritto e prodotto da Gianni Errera, parlava proprio di Azzurra colpita da un melanoma diffuso da circa un anno, e di come la malattia le avesse cambiato la percezione della vita, cercando la forza per affrontare qualcosa che non conosceva, guardando il domani come un regalo e di come questo male le stava insegnando la vita vera, quella fatta di comprensione, amore e tolleranza verso il prossimo.

Dichiarazioni

Prima della sua morte, Azzurra aveva dichiarato: “Questa non è la mia canzone. È la canzone di tutti noi, di chi spera, di chi lotta e di chi combatte. Di chi sa che, anche da un letto di ospedale, si può guardare con gli occhi del cuore al di fuori delle mura. Di chi sorride sempre perché la vita va presa a morsi ed alza gli occhi al cielo per ricordarsi che non è mai solo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *