L’Osservatorio Autopromotec nel suo ultimo studio ha dato tutti i numeri per quanto riguarda la revisione delle auto. I milioni di euro spesi nel solo 2019 sono 960, di cui 646 che sono stati incassati dalle officine private di revisione, mentre 314 milioni sono entrati nelle casse statali sotto forma di Iva ed altre imposte.

Revisioni auto e Coronavirus

Autopromotec ha anche sottolineato una norma importante del Decreto Cura Italia varato in questo periodo di emergenza Coronavirus. Ha rinviato la scadenza delle revisioni da oggi al 31 luglio al prossimo 31 ottobre.

Dati di Osservatorio Autopromotec

Tornando ai dati dello studio, la spesa per le revisioni auto è aumentata del 2,8% rispetto all’anno scorso, ma solo per via dell’aumento del numero degli autoveicoli chiamati a farla. Per quanto riguarda le regioni, la spesa più alta si registra in Lombardia, con 156,4 milioni di euro (pari al 16,3% della spesa nazionale).

La revisione

La revisione degli autoveicoli è fondamentale per la corretta manutenzione del parco circolante. Serve a verificare le condizioni di sicurezza e il livello di emissioni inquinanti, un dato sempre più importante in un periodo in cui la sostenibilità la fa da padrone. Ed è comunque bene ricordare come sia un controllo obbligatorio previsto dal Codice della Strada. La revisione infatti deve essere effettuata dopo quattro anni dall’immatricolazione e, successivamente, ogni due anni.