auto con pannelli fotovoltaici

Sono sempre più numerose le case automobilistiche che puntano a diminuire il più possibile l’impatto ambientale con i loro nuovi modelli. Toyota, grazie alla collaborazione di Panasonic, ha così deciso di rendere più ecosostenibile la Prius grazie all’installazione pannello fotovoltaici sul tetto.

Auto con pannelli fotovoltaici: una Toyota ad energia solare

La Toyota Prius è arrivata per la prima volta sul mercato nel 2009. Con il passare degli anni ha però saputo rinnovarsi e farsi apprezzare da un numero crescente di clienti. I suoi due motori, in grado di consumare pochissimo, l’hanno resa la vettura ibrida più diffusa al mondo.

Ora la casa automobilistica ha deciso di mettere in atto un esperimento davvero innovativo. A febbraio 2017 è infatti stata lanciata sul mercato la Toyota Prius PHV, dotata dei moduli fotovoltaici HIT per Automobile prodotti da Panasonic. Il modello è definito plug-in hybrid (PHV). Una definizione che calza a pennello: la vettura rappresenta infatti l’evoluzione dal sistema hybrid. Il veicolo diventa quindi sempre più elettrico.

Auto con pannelli fotovoltaici: la sinergia tra Toyota e Panasonic

La partnership tra le due aziende, entrambe originarie del Sol Levante, non nasce a caso. Panasonic ha infatti deciso di mettere a disposizione della casa automobilistica la sua esperienza nello sviluppo di pannelli fotovoltaici per uso residenziale, pubblico e industriale. Non è stato quindi difficile provare a ipotizzare una possibile collocazione innovativa per le celle solari.

I pannelli solari di Panasonic hanno una struttura unica. Si combina infatti un substrato di silicio cristallino e un film di silicio amorfo. Spicca un’elevata efficienza di conversione, oltre a caratteristiche di temperatura eccellenti. Le celle solari automobilistiche convenzionali possono produrre fino a diverse decine di watt e sono state utilizzate solo per la carica ausiliaria di batterie da 12 V e fonti di alimentazione di ventilazione per vetture parcheggiate.

Auto con pannelli fotovoltaici: come cambia la Prius

L’installazione delle celle solari Panasonic sul tetto dell’auto consentirà di ottenere un’alta produttività (circa 180 W). Le batterie agli ioni di litio e da 12 V possono essere così ricaricate velocemente per poter garantire un’elevata autonomia.

L’attività di Panasonic non si è però fermata qui. L’azienda nipponica ha infatti sviluppato una serie di tecnologie specifiche per laminare il vetro curvato tridimensionale. Questo permette di adattarsi al nuovo design del corpo della Prius PHV, ottenendo l’installazione di moduli sul tetto senza influire sull’aspetto generale della vettura. L’auto è stata inoltre equipaggiata con batteria prismatiche agli ioni di litio di Panasonic, già utilizzate nella Prius nel 2012.