Hiroto Saikawa, Chief Executive Officer di Nissan ha dichiarato che INFINITI Motor Company introdurrà nuovi veicoli con propulsori elettrificati dal 2021.

Auto elettrica: Infiniti punta sull’elettrico e sulla tecnologia E-POWER

INFINITI offrirà un mix di modelli a propulsione esclusivamente elettrica (EV) e veicoli e-POWER.

Proporranno una gamma ad alta tecnologia e a basse emissioni.

INFINITI Q
INFINITI Q

La tecnologia E-POWER è dotata di un piccolo motore a benzina che carica una batteria ad alto rendimento.

Così facendo si elimina la necessità di una fonte di ricarica esterna.

In poche parole offre la praticità del rifornimento di benzina ed utilizzo, ma con la esclusiva esperienza di una guida cento per cento EV.

La casa automobilistica ormai è da anni che sperimenta nuove tecnologie, come il motore a rapporto di compressione variabile sulla nuova QX50.

INFINITI vede la tecnologia del motore a combustione interna VC-Turbo come un’allacciamento perfetto per l’elettrificazione dei suoi modelli.

Grazie all’enorme lavoro svolto da INFINITI nello sviluppo e nella ricerca di nuove ed ecologiche tecnologie,

L’azienda è certa che entro il 2025 oltre la metà delle sue vendite mondiali saranno rappresentate da veicoli elettrici.

Auto elettrica: Infiniti offre una vasta gamma di personazzazioni

Tutti i modelli sono dotati di un assetto molto basso, ampio e dinamico in modo tale da eccellere in strada.

Un dettagli degli interni
Un dettagli degli interni

I nuovi esemplari potranno essere personalizzati con quattro caratteristici cerchi in lega di alluminio.

Inoltre si può richiedere la griglia a doppio arco troneggia sulla parte anteriore del veicolo per un look ancora più aggressivo e accattivante.

Ultimo, ma non meno importante sono i colori e le cromature, offrendo una scelta quasi infinita di tonalità fra cui scegliere.

SHARE
Previous articleHuawei P Smart: prezzi, data di uscita, recensione
Next articleIl mondo Eni Station a portata di app
Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...