Audi City Lab 2019
Audi City Lab 2019

Dopo Torre Velasca, tra i più avanguardistici e indefinibili capolavori architettonici milanesi dove è stato esplorato il concetto di #untaggable nella società, nel design e nelle città, e Corso Venezia 11, in cui la dimensione umana si confrontava con la tecnologia e l’intelligenza artificiale, quest’anno la rivoluzione della mobilità sostenibile è al centro della riflessione di Audi City Lab.

Audi City Lab

Luogo perfetto per rappresentare questa visione e farne da amplificatore, l’Arco della Pace e i Caselli Daziari ospitano gli spazi di Audi City Lab. Si conferma anche per l’edizione 2019 un laboratorio di idee e di innovazione, con attività e incontri multidisciplinari. Audi City Lab quest’anno è uno spazio pubblico a 360°, un luogo di transito e di incontro, di aggregazione e di scambio. Al centro di questo spazio, si colloca l’installazione e_Domesticity. L’opera del designer visionario Hani Rashid e Lise Anne Couture, dello studio Asymptote Architecture New York, interprete delle direttrici architettoniche del domani, simboleggia il primo concept di stazione di ricarica, e suggerisce una nuova forma di interazione fra uomo, ambiente e architettura. Le quattro strutture circolari e modulari richiamano le simmetrie dell’Arco della Pace, posizionato alle spalle dell’opera, e quelle della stessa piazza. Compongono l’installazione creando un prototipo architettonico.

Audi e-tron

Musa ispiratrice dell’installazione è stata Audi e-tron. E’ il primo modello di serie totalmente elettrico del Marchio dei quattro anelli. E’ il capostipite della gamma che entro il 2025 potrà contare su 12 vetture completamente elettriche. Espressione dell’essenza Audi in termini di avanguardia tecnologica, condivisa con i modelli top di gamma dai quali mutua la connettività, la digitalizzazione delle funzioni di bordo e i sistemi di assistenza alla guida, Audi e-tron implicherà nuove espressioni di interazione fra uomo e auto. Porta con sé nuove forme di energia e alimentazione.