Aston Martin V12 Speedster

Sta arrivando Aston Martin V12 Speedster, modello ad abitacolo aperto che celebra il glorioso passato e l’emozionante futuro del marchio britannico specializzato in auto sportive di lusso. In tutto il mondo ne potranno essere acquistati soltanto 88 esemplari

Aston Martin V12 Speedster

La nuova auto si inserisce a pieno titolo in una tradizione che vanta non solo l’eccezionale DBR1, ma anche l’incredibile CC100, barchetta realizzata nel 2013 per celebrare in modo indimenticabile il centenario dell’eccellenza Aston Martin nelle auto sportive, esaltando la grande storia della casa britannica nel settore delle auto sportive e la straordinaria capacità di progettazione che ha segnato gli oltre 100 anni della storia Aston Martin.

In gara

La DBR1 è, a oggi, la macchina da corsa di Aston Martin che ha riscosso i maggiori successi nelle gare automobilistiche. Ricordiamo, infatti, il suo trionfo nel 1959 sia alla 24 Ore di Le Mans sia alla 1000 km Nürburgring, titolo, quest’ultimo, conquistato anche nel 1957 e 1958.

Cerchi

I cerchi center-lock da 21 pollici con finitura Diamond Turned sono una particolarità di questo modello e si pensi che il solo processo di verniciatura di ciascuna Aston Martin V12 Speedster richiede più di 50 ore: una lavorazione effettuata presso la struttura all’avanguardia del marchio dedicata appositamente a questo processo.

Dichiarazioni

Nell’illustrare la genesi di questo modello V12 Speedster, Marek Reichman, Chief Creative Officer di Aston Martin Lagonda, ha affermato: “Si tratta di un’auto che scaturisce dall’emozione. Questa Aston Martin, tanto rara quanto eccezionale, è stata progettata per offrire un’esperienza di guida viscerale che si cela dietro le sue linee eleganti. È stato un privilegio per me e il mio team lavorare alla creazione di un modello personalizzato. Richiama il glorioso passato della DBR1. Sono impaziente di vedere che queste auto saranno guidate con lo stesso entusiasmo che ha alimentato la fase di progettazione.”

Motore

Al cuore di questa nuova auto si trova la variante ad alte prestazioni di quello che oggi è un motore iconico della Aston Martin. E’ il V12 Twin-Turbo da 5,2 litri. E’ in grado di generare una potenza di circa 700 CV e 753 Nm. Come se non bastasse l’incredibile ventaglio di prestazioni, l’eccezionale risposta e l’irresistibile “canto” della V12, va detto che il motore è abbinato a un cambio automatico a 8 rapporti ZF montato in posizione posteriore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *