Il Museo Fisogni di Tradate ha una nuova convenzione con l’ASI. La Commissione Storia e Musei ha tra i suoi obiettivi quello di promuove la conoscenza di musei e collezioni italiane per valorizzare l’impegno di tanti appassionati che hanno dedicato anni di vita alla tutela, al restauro e alla conservazione. Musei e collezioni rappresentano un caleidoscopio colorato e affascinante, volano di emozioni e calamita di passioni per il motorismo.

Asi e Museo Fisogni

Il Museo Fisogni di Tradate (Varese) faceva già parte della famiglia di ASI Musei, ma dal 1° aprile 2021 ha attivato una ulteriore convenzione con l’Automotoclub Storico Italiano, grazie alla quale i tesserati ASI possono godere di uno sconto del 25% sull’acquisto del libro ufficiale del Museo, mentre i Club Federati ASI hanno speciali agevolazioni per organizzare visite ed eventi all’interno dell’affascinante struttura.

Storia

Il Museo è stato fondato da Guido Fisogni nel 1966 ed è cresciuto negli anni fino a essere citato nel Guinness World Records quale più grande collezione al mondo di pompe di benzina 1882-1990 e di attrezzature per le stazioni di servizio per le automobili e i veicoli a motore. Il Museo espone oltre 5.000 oggetti tra pompe di benzina, miscela, nafta, diesel, oltre a targhe, insegne, segnali stradali, latte d’olio, oliatori, aerometri, compressori, estintori, giocattoli e gadgets di tutti i tipi legati ai produttori di benzine e lubrificanti. Non mancano le classiche sculture promozionali del Bibendum, l’omino fatto di pneumatici Michelin.