Anthony

Esce il 24 gennaio “WALKING ON TOMORROW”, il progetto discografico rock ideato e curato da Anthony.

Chi è Anthony

Anthony è un compositore, autore, songwriter, arrangiatore e chitarrist. E’ nato a Milano nel 1985. Ha iniziato a suonare la chitarra all’età di 17 anni profondamente influenzato dal Blues, dal Rock N’ Roll e dall’Hard Rock degli anni settanta e, soprattutto, ottanta. L’avvicinamento allo strumento della chitarra non è stato però immediato ma progressivo. Fino a quando ha iniziato a diventare un mezzo espressivo nonchè il vero prolungamento della sua anima. Dopo la fortunata esperienza all’interno di più band, arriva per l’artista il momento di lanciare il primo disco da solista. E’ fortemente influenzato da sonorità che vanno dal Rock all’Hard Rock all’ Heavy Metal.

Walking On Tomorrow

Walking On Tomorrow è il primo disco solista di Anthony. La sua vita, le sue esperienze, emozioni e sogni, sono tutte raccolte all’interno di questo album di cui Anthony è songwriter, autore, compositore, arrangiatore, chitarrista e produttore. Le undici tracce rock di “Walking On Tomorrow” raccontano tutto questo. Amore, gioia, passione, delusioni, rabbia, speranza, paura, coraggio e desiderio sono le emozioni nelle quali Anthony si racconta all’ interno dell’album.

L’intervista ad Anthony

“Tutti i cambiamenti ed evoluzioni credo passino dal lavoro, impegno, passione e grande voglia di migliorarsi sempre. E’ stato questo il mio percorso. All’inizio ero mosso da un grande desiderio di imparare, suonare il piu’ possibile e sperare un giorno di poter vivere solo di musica. Con il passare del tempo vedevo come tutta questa voglia, questo desiderio di suonare, comporre e scrivere, diventava sempre piu’ importante, protagonista nella mia vita. L’evoluzione di un enorme desiderio, iniziato parecchi anni fa e alimentato con costanza e amore. E’ nell’intensità di tutto questo il mio vero cambiamento. Oggi mi sento forte delle scelte fatte in passato e ho la fortuna di vivere di musica da qualche anno, e questo, è il regalo più bello che potessi farmi”.

Dalle band alla carriera da solista

I gruppi che ho avuto in passato sono stati molto importanti per me perchè ogni progetto rappresenta un vero e proprio viaggio. L’identità che si sceglie di dare a un progetto musicale ne traccia la rotta e da quel momento inizia tutto e, questa condivisione di idee e di esperienze è ciò che mi ha sempre spinto a far parte di vari gruppi nel corso degli anni. All’inizio si facevano cover, successivamente queste venivano alternate a qualche inedito ed è proprio su quest’ ultimo punto che ho sempre dato il meglio di me. Per me la scrittura e la composizione erano la vera essenza, l’unica cosa che mi interessasse veramente. I piu’ bei momenti sono stati quelli di scrittura e composizione e, la stessa cosa la vivevo e la vivo tutt’ora nelle collaborazioni musicali con artisti singoli o con gruppi che mi chiamano come turnista in studio anche solamente per un assolo di chitarra. Era arrivato poi un momento nel quale sentivo l’urgenza di scrivere, comporre, arrangiare e produrre qualcosa che fosse solo mio, che parlasse di me senza filtri e senza influenze esterne. “Walking On Tomorrow” nasce proprio da qui, dalla voglia di raccontarmi nell’introspezione piu’ totale. Per poter fare questo dovevo prendermi del tempo e isolarmi da tutto il resto”.

Modelli musicali

“Ho iniziato a suonare la chitarra perchè ipnotizzato da Slash e dai Guns N’ Roses. Sicuramente la scena Rock, Hard Rock, Heavy Metal degli anni settanta e soprattutto ottanta ha avuto un impatto importantissimo su di me. Led Zeppelin, Pink Floyd, Rolling Stones, Van Halen, Dire Straits, Europe, Queen,  Motorhead, Bon Jovi, Alice Cooper, Motley Crue, Poison, Whitesnake, sono solo alcuni dei grandi gruppi che reputo miei modelli. Sono stato influenzato anche dal Punk e ovviamente dal Blues e Rock N’ Roll degli anni cinquanta. All’inizio, lo studio della chitarra è partito anche dal Folk Italiano e ho sempre avuto un grande trasporto anche per la chitarra spanish. I modelli sono davvero tanti, tuttavia non ho mai scritto musica pensando a un genere specifico ma alle sensazioni che volevo esprimere in modo naturale, senza pormi limiti. “Walking On Tomorrow” è un album Rock, Hard Rock, a tratti Heavy Metal e, con forti influenze Blues ma, potrei in futuro produrre progetti diversi”.

Rapporto con Milano

Bellissimo. E’ una città che mi ha sempre dato tanto e che mi permette di fare bene il mio lavoro. Poi è la città in cui sono nato, quindi la sento parte di me. E’ indubbiamente una città tosta, impegnativa, che  puo’ essere cruda ma, sa essere generosa. La conosco bene perchè pur vivendo a circa sette chilometri (abito e ho il mio studio a Cinisello Balsamo) sono sempre a Milano. Ho studiato, lavorato e vivo i momenti più belli in questa città, fin da quando ero bambino. La conosco bene, sia la periferia che il centro.  E’ la città in cui suono, produco, conosco persone e riesco ancora a nutrirmi delle sue vibrazioni e atmosfere. Purtoppo la cosa negativa è che molti locali storici hanno chiuso qualche anno fa, veri e propri punti di riferimento per noi musicisti. Le cose a volte cambiano e si evolvono e, le cose migliori che ho fatto nella mia vita, le esperienze che mi porto dentro, appartengono a Milano”.

Progetti futuri

Sicuramente tanti. Vorrei fare un album con la band che mi accompagnerà dal vivo nel mio “Walking On Tomorrow” e iniziare a pensare tra un po di tempo magari a un altro album solista. Scrivere, comporre, arrangiare, produrre e coordinare tutti gli aspetti relativi alla produzione e pubblicazione di un album solista è stato decisamente impegnativo per me, ma allo stesso tempo incredibilmente importante, un vero percorso di crescita personale e artistica. Credo quindi che in futuro continuerò a produrre altri lavori da solista.  Sicuramente continuare a lavorare anche come turnista in studio o live per artisti e band. Scrivere e comporre, migliorarmi sempre, questo è quello che conta davvero per me”.

Un pensiero su “Anthony: “Walking on tomorrow sarà solo l’inizio””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *